Francesco Fravolini
Notes da (ri)vedere
9 Maggio Mag 2019 1748 09 maggio 2019

Le nuove frontiere del noleggio delle automobili

Autonoleggio 2 300X208

Il noleggio dell'automobile sta rivoluzionando il settore economico perché le persone preferiscono noleggiare anziché acquistare un'automobile. Può dipendere dal XXI secolo oppure è una conseguenza di scelte dei consumatori in base al nuovo paradigma economico. È interessante sollevare una riflessione per capire le scelte dei consumatori che influenzano direttamente il mercato dell'automobile. C'è da evidenziare la crescente abitudine delle persone che preferiscono scegliere le offerte noleggio auto online per avere risposte immediate e adeguate. Scendiamo nel dettaglio. Secondo le ultime statistiche sul noleggio delle auto fornite dall'Associazione Nazionale Industria dell'Autonoleggio e servizi automobilistici (Aniasa), agli italiani piace sempre meno avere un’auto di proprietà. Sono in aumento le persone che al posto dell'acquisto di un autoveicolo preferiscono il noleggio a breve oppure a lungo termine.

Analisi del settore

«I numeri del noleggio auto in Italia – si legge nel Rapporto dell'Associazione Nazionale Industria dell'Autonoleggio e servizi automobilistici - sono in continua crescita da quattro anni, come testimoniato dal numero di nuove attività del settore nate dal 2014 a oggi: circa un’azienda su tre (per la precisione il 33,1% del totale, di cui il 9% nel solo 2017). Da un punto di vista geografico si evidenzia una concentrazione delle attività nell’Italia settentrionale con un peso complessivo vicino al 37,8%; seguono il Centro con il 26%, il Sud con il 21,6% e le Isole con il 14,6%. Il Lazio è la regione con la più alta densità di attività (14,2%), seguita da Lombardia (13,7%), Sicilia (11%), Campania (8,3%), Toscana (8%), Veneto (6,8%) ed Emilia-Romagna (5,8%). È da segnalare in Lombardia (4,7%), Sicilia (4,4%) e Lazio (4%) il numero più alto di attività nate negli ultimi quattro anni. È significativo il dato riguardante il giro d’affari del settore che si attesta oltre i 6 miliardi di euro».

Questo cambiamento del settore economico, evidenziato dall'Associazione Nazionale Industria dell'Autonoleggio e servizi automobilistici, delinea una nuova abitudine delle persone a usare l'automobile, influenzando la domanda delle automobili a noleggio. L'economia deve assecondare le richieste della popolazione anche se è costretta a proporre velocemente quelle offerte innovative che cambiano un mercato ben collaudato nel XX secolo. Il turismo deve adeguare le sue proposte tenendo in debita considerazione la preferenza delle persone a noleggiare proprio un'automobile durante una vacanza. C'è da sottolineare che durante la vacanza è più semplice noleggiare anziché recarsi sul luogo con la propria autovettura, specialmente se scegliamo la Sardegna, una regione da visitare attentamente. Tutto è riconducibile ai luoghi della vacanza anche se dobbiamo ammettere che noleggiare un'automobile sta diventando un trend in costante aumento perché semplifica una vacanza.

L'incremento del noleggio delle automobili

«A fronte della crescita del noleggio auto, nell’analisi del mercato auto 2017, è da segnalare la riduzione del canale dei privati che, con 1.121.085 unità, perde l’1,8%, con una quota del 56,4% (-5,4 punti percentuali rispetto all’anno scorso), anche a causa del boom vissuto dalle auto a chilometro zero. Aniasa sottolinea nel suo Rapporto che è paritario il peso del noleggio e delle vendite alle società, entrambi in crescita a doppia cifra. In particolare l’incremento del noleggio auto è stato spinto sia dal noleggio a breve termine (+20,9%) sia dal noleggio a lungo termine (+16,5%), che arrivano a rappresentare complessivamente il 21,8% del mercato (ben due punti percentuali in più rispetto al 2016). Le statistiche dell’associazione sottolineano che il comparto noleggio a breve termine, a dicembre, ha registrato un aumento del 66%, mentre nel totale annuo la crescita è del 18,5% (il doppio della media del mercato nel suo complesso). L’incremento delle immatricolazioni a fine anno indica, nello specifico, un’anticipazione delle immatricolazioni previste per il 2018, probabilmente sulla base delle politiche di sconto delle Case. Il noleggio a lungo termine si è confermato assoluto protagonista: +18,82% su base annua, anche se a dicembre ha chiuso in sostanziale pareggio (+1,15%). Le vendite alle società segnano nell’anno un incremento del 27,5% con 434.483 vetture e una quota di mercato pari al 21,9%».

Francesco Fravolini

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook