Elisabetta Favale
E(li's)books
9 Luglio Lug 2019 1543 09 luglio 2019

Il Tiepolo di Villa Cordellina raccontato da Remo Schiavo

Remo Schiavo E Villa Cordellina

Sabato scorso (6 luglio), sono stata per la prima volta a Villa Cordellina Lombardi, ci sono andata perché era sede di una delle bellissime serate di Sorsi d’autore, manifestazione giunta alla ventesima edizione grazie alla Fondazione Aida.

Sono rimasta molto colpita dal contesto paesaggistico-architettonico, una volontaria della pro-loco ha raccontato a me e agli altri ospiti la storia della villa, seduti nel salone d’onore detto anche “portego”.

Durante la visita ho appreso (io non sono veneta, vivo qui da soli due anni…) che uno dei massimi studiosi della villa è stato Remo Schiavo che dei due affreschi del Tiepolo presenti nel salone ha scritto estesamente (segnalo una delle tante pubblicazioni).

Gli affreschi, eseguiti tra l’autunno 1743 e la primavera 1744 sono ancora magnificamente conservati, molto interessante il tema affrescato nel soffitto “La luce dell’Intelligenza che mette in fuga le tenebre dell’Ignoranza” viene riproposto anche nei medaglioni monocromi, un Tiepolo già maturo quello di Villa Cordellina che trionfa in questo salone dal bellissimo pavimento in battuto alla veneziana.

Il Professor Schiavo ha lasciato alla sua città dove ha sede la villa, la “Raccolta Schiavo” che ha trovato casa proprio in Cordellina.

Siamo in periodo di vacanze, se non conoscete questo magnifico patrimonio che sono le ville venete allora vi suggerisco di concedervi qualche giorno qui, il libro che segnalo è

Giovanni Battista Tiepolo alla Villa Cordellina di Montecchio Maggiore - Remo Schiavo

Publigrafica

Coordinamento Editoriale di Nevio Zanni.
Testo Italiano e Inglese.
Vicenza, 1989; ril., pp. 240, ill. col., tavv. col., cm 25x28,5.

ISBN: - EAN:

Soggetto: Pittura e Disegno - Monografie

Periodo: 1400-1800 (XV-XVIII) Rinascimento

Luoghi: Veneto,Venezia

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook