Vito Kappa
Kahlunnia
23 Agosto Ago 2019 0859 23 agosto 2019

La crisi politica più imbarazzante della nostra storia

Trio
Salvini, Morandi, Di Maio

Tutto ci si poteva aspettare da questa crisi, ma non di assistere ad un teatrino di azioni, dichiarazioni e contraddizioni degne del peggior bipolarismo. E in questo caso il bipolarismo non è quello politico, ma quello psicologico-comportamentale. Un bipolarismo in cui la personalità dei soggetti oscilla da un estremo all’altro, da un’idea all’altra, da una dichiarazione all’altra. Un giorno “elezioni subito” e un altro giorno “se i no diventano sì si può continuare a governare. Di Maio ha lavorato bene, voglio un governo che faccia le cose” (cit. Salvini); un giorno “mai con i 5stelle” e il giorno dopo “sì a un governo di svolta” (cit. Zingaretti).
E’ in voga dire che sembra di essere tornati ai riti della Prima Repubblica. Falso. L’unica cosa in comune con la Prima Repubblica è una canzone di Gianni Morandi: In ginocchio da te.

@vitokappa

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook