Alessandro Sannini
La nota
2 Settembre Set 2019 1332 02 settembre 2019

Governo, Il punto della situazione tra MS5-PD, Spread e mercati di Alessandro Sannini

La nascita del nuovo governo dipendera' dal voto degli iscritti M5s in programma domani sulla piattaforma Rousseau. Lo avrebbe detto, a quanto riferiscono diverse fonti, il leader del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio, nell'incontro a Palazzo Chigi con ministri e sottosegretari uscenti del Movimento. 'Se dovessero prevalere i no, il presidente del Consiglio dovra' sciogliere la riserva di conseguenza: in modo negativo. Non vedo alternativa', aveva gia' detto il presidente dei senatori M5S Stefano Patuanelli a Radio Capital. Se da Rousseau dovesse emergere un giudizio negativo sul governo Pd-M5S 'ne trarremo le conseguenze', dice il sottosegretario Manlio Di Stefano. 'Per Di Maio chiediamo un ruolo di primo piano', cosi' Carlo Sibilia. Convocata alle 13 al Nazareno dal segretario Nicola Zingaretti la cabina di regia del Pd. 'Mi hanno contattato nove senatori del M5s, pronti a dire No al governo se gli garantiamo un seggio', dice Andrea Crippa, vicesegretario della Lega. La Borsa di Milano scommette sulla formazione del nuovo governo (+1,1%).

Ad agosto continua il declino del settore manifatturiero italiano, con le aziende che hanno registrato il tredicesimo mese consecutivo di contrazione della produzione e dei nuovi ordini, sottolinea Markit Economics. Il tasso di peggioramento delle condizioni operative è diminuito al tasso più debole in tre mesi e, dopo le contrazioni di luglio, sia i prezzi di acquisto che quelli di vendita sono aumentati rispettivamente per la prima volta in tre e due mesi. Allo stesso tempo, l'ottimismo, pur rimanendo soddisfacente, è diminuito al livello più basso in quattro mesi. L'Indice Pmi (Purchasing Managers Index) Ihs Markit del settore manifatturiero italiano - che con una sola cifra dà un'immagine degli sviluppi delle condizioni generali del settore manifatturiero - ha registrato ad agosto 48.7, segnalando quindi il peggioramento più lieve delle condizioni operative in tre mesi. Detto ciò, nonostante sia migliorato da 48.5 di luglio, l'ultimo valore ha indicato l'undicesimo mese consecutivo di peggioramento dello stato di salute del settore manifatturiero italiano. Per il sesto mese consecutivo, quello dei beni di consumo è stato l'unico sotto settore ad osservare ad agosto un miglioramento delle condizioni operative, mentre forti peggioramenti sono stati osservati nei sotto settori dei beni intermedi e di investimento.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook