Elisabetta Favale
E(li's)books
27 Settembre Set 2019 1556 27 settembre 2019

Pordenonelegge, tutti i numeri della ventesima edizione.

2C6820B3 8B90 47C0 A272 F78DBBEE37A1

Quest'anno sono riuscita a dare un piccolo contributo durante la ventesioma edizione di Pordenonelegge, ho recensito ben tre libri presentati durante la manifestazione: Consenso di Saskia Vogel (Safarà editore) La linea madre di Daniel Saldaña París (Chiarelettere) e Libera di Volare di Ziauddin Yousafzai (Garzanti libri), libri di autori interessanti che affrontano temi importanti e emotivamente coinvolgenti.

Oggi hanno cominciato a portare via le bellissime lettere dell'alfabetiere... anche la E di Elisabetta!!! (Foto)

Per quanto riguarda i risultati in termini di vendite (cosa fondamentale! Bisogna leggere di più!!!), di presenze e coinvolgimento della rete questa edizione ha avuto un incredibile successo.

Ecco qualche dato.

Pordenonelegge 2019, la 20^ edizione dei record si riverbera anche nei numeri del giorno dopo: i dati reali e “tangibili” legati alle vendite dei libri confermano il grande successo della cinque giorni che si è conclusa da poco, centro dell’idea cardine di pordenonelegge: la sola tensostruttura dei libri KM 0 ha accolto circa 50 mila visitatori per oltre 10mila volumi venduti, 1 ogni 5 visitatori dunque. La maggior parte degli espositori ha incrementato le vendite dal 10% al 30% con punte del 40%, consolidandosi quindi come punto di riferimento per il pubblico bibliofilo del festival. Anche sul fronte degli spazi a cura di Librerie Coop c’è grande soddisfazione: ai visitatori sono stati proposti oltre 11 mila titoli di 500 editori e circa 3.500 autori, con presenze e vendite superiori del 10% rispetto al 2018. La stessa Libreria della Poesia a Palazzo Gregoris, spiega Librerie Coop, ha ottenuto il miglior risultato degli ultimi 5 anni. Nella “top ten” dei libri più venduti a pordenonelegge ci sono alcuni degli autori più attesi negli appuntamenti di quest’anno: “I leoni di Sicilia” di Stefania Auci, “Tralummescuro” di Francesco Guccini, “Morgana” di Michela Murgia e Chiara Tagliaferri, “La buona salute” di Pier Luigi Rossi, “La mattina dopo” di Mario Calabresi, “Naufraghi senza volto” di Cristina Cattaneo, “Il pittore di anime” di Ildefonso Falcones. “Preghiera per Cernobyl” di Svetlana Aleksievič, i titoli di David Grossmann; nella letteratura per ragazzi, i più richiesti sono stati “Geniale come Leonardo” di Luca Novelli e “Il libro delle ore felici di Jacominus Gainsborough” di Rébecca Dautremer.

Vera e propria chicca di pordenonelegge è quella dei “Fuori catalogo”, capace di creare un’ empatia speciale con il pubblico, in particolare i giovani under 20 che hanno acquistato molte proposte 5-10 €. Ma anche molti autori, incuriositi da una opportunità straordinaria di trovare il libro che si cercava da tempo, hanno frequentato lo spazio: da Massimo Cacciari a Carlo Ginzburg, Beppe Severgnini, Matteo Codignola …

Per quanto riguarda la presenza sui social ... qualche curiosità:

Sono stati 1.500 i tweet lanciati dall'account di pordenonelegge, 8.000 le interazioni con il pubblico, 140 gli eventi seguiti in presa diretta twitter da una squadra di 5 persone Superata la soglia degli 8.000 follower (+250 durante il festival), per il 60% donna. Il Grande attenzione per l'incontro con Mario Calabresi: i tweet legati a questo evento hanno ottenuto circa 25.000iinterazioni e visualizzazioni, con centinaia di commenti positivi. Molti gli ospiti internazionali che hanno menzionato l'account di pordenonelegge nei loro profili, da Ziauddin Yousafzai, il padre di Malala, alla poetessa Jenny Mitchell, Marcus du Sautoy, Wulf Dorn e Litt Woon Long. Apprezzate anche dal pubblico di Twitter le lettere sparse per la città: molti i selfie condivisi sul social.

Insomma un gran successo con oltre 150mila presenze, 366 appuntamenti in cartellone dal 18 al 22 settembre, con oltre 650 protagonisti festeggiati nei 5 giorni della kermesse.

Non resta che dire BRAVISSIMI e aspettiamo la ventunesima edizione!

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook