Centomila perigli per l’occidente

Il blog al fine dalla scoperta/riscoperta d'una forma di viaggio relegata, purtroppo, ad un gruppo troppo esiguo (ma ben armato) di amatori, il cicloturismo.Oggi le distanze sono pressoché azzerate da mezzi iperveloci e le mete da raggiungere standardizzate; tant'è che, nel vedere i reportage dei propri “contatti” su Facebook, ci si domanda se non siano frutto dello stesso sfondo cinematografico!Per reazione a tutto ciò ho deciso di riscoprire in primo luogo le distanze, sentendole direttamente nei miei muscoli e, nel lento viaggiare, cogliere quell'infinità di particolari che altrimenti sfuggirebbero. Secondo, ma non di secondaria importanza, aver come meta meraviglie a pochi km dalla propria casa che, nella foga del turismo di massa, vengono ignorati.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook