Vademecum

Variazioni sul tema: “povero il mondo che ha bisogno di eroi”.Sempre più spesso mi chiedo: ma alla fine, io sono di destra o di sinistra? E soprattutto: ha ancora un senso la distinzione? Esistono valori di destra e valori di sinistra? Sarebbe bello avere una legenda, un vademecum, un libretto d’istruzioni, anche quello di Ikea con le figure andrebbe bene. Qualcosa, insomma, che metta ordine alle idee, che ti definisca, ti dia una cornice entro cui stare, agire, pensare. A volte mi sembra che abbiamo creato un mondo volutamente complicato, di cui ci sentiamo padroni, ma che non so se abbiamo davvero capito. Sì, perché quando guardi la prima pagina con le figure chiare e delineate sembra molto semplice, poi però con la brugola in mano, scopri il sacchetto con le viti e hai voglia a capire come usarle tutte! Tanto una avanzerà sempre. Brancoliamo alla ricerca di certezze e ci diciamo che siamo l’unica specie intelligente sulla Terra. Nel resto del tempo facciamo finta di crederci.In questi tempi di crisi, abbiamo bisogno più che mai di credere in qualcuno, di delegare ad una o più figure carismatiche l'onere di sollevare un Paese e gli animi dei suoi cittadini, di dare una speranza laica a chi non ha la Fede. In questo contesto i mezzi di informazione quanto si lasciano tentare dal populismo e dall'approssimazione della velocità e quanto invece riescono a focalizzarsi su una seria esposizione dei fatti? I nuovi media possono portare ad un maggiore approfondimento, o rischiano ditrasformare falsi profeti in nuovi guru? Esiste ancora, o è mai esistito un luogo di informazione lontano da ipocrisie e populismi, da falsi complotti e reali complottisti? L'umano bisogno di risposte rischia di dividerci in pro e contro aprioristicamente, di portarci a cercare lo scontro che estremizza le posizioni, ma che cementifica le alleanze, invece di spingerci a porci domande, a metterci in dubbio, a confrontarsi, perché il rischio è quello della perdita delle certezze.Con questa chiave di lettura vorrei indagare alcuni fatti di attualità in relazione al tipo di trattamento che gli dedicano i mezzi di informazione e alla reazione delle persone.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook