Area C, come funziona e quanto costa entrare a Milano

Area C, come funziona e quanto costa entrare a Milano

Tariffe

Ogni ticket per entrare in Area C ha durata giornaliera. Il pagamento di un ingresso copre tutti gli accessi effettuati dal medesimo veicolo durante la giornata.

Sono previsti cinque tipi di titoli di ingresso:

Giornaliero: 5 euro
Giornaliero “veicolo residente”: 2 euro (previa registrazione)
Giornaliero “veicolo di servizio”: 3 euro (previa registrazione)
Giornaliero “veicolo di servizio”: 5 euro (solo previa registrazione e acquistabile solo presso i parcometri)
Multiplo giornaliero: 30 e 60 euro, con credito a scalare automatico (per giorni anche non consecutivi )
Il sistema di tariffazione per “veicoli di servizio” resterà in vigore per i primi sei mesi del provvedimento al fine di valutarne l’inserimento per l’intera durata della sperimentazione.

L’Area C e la Cerchia dei Bastioni

L’Area C corrisponde alla ZTL Cerchia dei Bastioni ed è delimitata da 43 varchi elettronici muniti di telecamera, di cui 7 accessi per il trasporto pubblico.

Le telecamere rilevano il passaggio del veicolo in ingresso e trasmettono il dato a un elaboratore in grado di riconoscere il mezzo di trasporto, la sua tipologia di utilizzo (residenti, veicoli di servizio, accesso libero), il valore del ticket Area C applicato. Il sistema verifica la disponibilità del credito, a partire dalla data di attivazione del titolo di accesso.

L’accesso ad Area C non consente l’uso delle corsie riservate.

Le disposizioni più restrittive che regolano le ZTL e le corsie preferenziali riservate al trasporto pubblico nella Cerchia dei Bastioni rimangono in vigore e si applicano anche nei confronti di coloro che hanno corrisposto la tariffa per l’accesso e la circolazione in Area C.

I veicoli autorizzati a percorrere le corsie preferenziali sono comunque soggetti alla disciplina che regola l’accesso nella ZTL Cerchia dei Bastioni.

Chi deve usufruire del Pronto Soccorso dell’Ospedale Fatebenefratelli ha libero accesso attraverso il varco di via Castelfidardo. Presso il varco di Castel Fidardo è stato creato, già per Ecopass, un sistema di telecamere tale per cui chi accede presso il pronto soccorso e poi esce dallo stesso non viene sanzionato. Se esce dal pronto soccorso ed invece inboccala direzione Area C passando sotto la telecamera allora deve pagare, se non lo fa è sanzionato. Lo stesso vale per i veicoli soggetti al divieto di accesso 

Tariffe agevolate per residenti e assimilati

Residenti e assimilati possono usufruire della tariffa agevolata per una sola autovettura di proprietà o in uso a titolo esclusivo.

La tariffa speciale a loro riservata prevede:

– 40 accessi gratuiti su base annua
– dal 41° accesso, ticket agevolato a 2 euro
– sia i 40 accessi sia i successivi ticket a 2 euro hanno validità per l’intera giornata. Una volta entrati in Area C, dunque, verrà scalato un solo ingresso al giorno per veicolo (valido dalle 7.30 alle 19.30) indipendentemente dal numero dei passaggi ai varchi

Cosa si intende per “assimilati”

Per “assimilati” ai residenti si intendono:

– soggetti con dimora abituale in un’unità immobiliare ad uso esclusivamente abitativo all’interno della Cerchia dei Bastioni che ne siano proprietari o titolari di contratto registrato per uso abitativo con utenze domestiche intestate
– soggetti titolari di box o posti auto pertinenziali raggiungibili solo accedendo ad Area C
– soggetti appartenenti a Forze armate e Polizia che risultano domiciliati presso caserme all’interno della Cerchia dei Bastioni

Come accedere alle agevolazioni

L’accesso alle agevolazioni per residenti e assimilati partirà con l’attivazione del primo Pin, attraverso la registrazione, attiva dal 16 gennaio.

Identificazione tramite Codice fiscale (o autodichiarazione a cui seguirà verifica)
al Codice fiscale vengono associate una patente (non possono esserci due Codici fiscali associati alla stessa patente), con richiesta di nome, cognome, data di scadenza e rilascio, e una targa (di un veicolo di proprietà o in uso esclusivo)
se la targa inserita non è già abbinata a un Pin, il sistema rilascia un nuovo Pin
il Pin viene attivato
Qualora il veicolo non sia di proprietà, il residente dovrà dimostrarne l’uso esclusivo. Questo passaggio avviene trasmettendo, entro 15 giorni dall’avvenuta registrazione, al numero di fax 02.88443333 o all’indirizzo mail mta.residentiareac@comune.milano.it, uno dei documenti seguenti:

– se l’auto è in leasing o a noleggio: copia del contratto di leasing o di noleggio a lungo termine
– se l’auto è aziendale: copia della dichiarazione del datore di lavoro proprietario del veicolo, in cui si attesti la concessione del veicolo al richiedente in uso esclusivo
– se il proprietario è un parente: compilazione del modello “Dichiarazione parente proprietario”, da scaricare dal sito del Comune di Milano, sezione Area C

Terminati gli accessi gratuiti il Pin potrà essere ricaricato, così i successivi ingressi saranno scaricati con tariffa di 2 euro.

La tariffa agevolata è da considerarsi associata alla persona e non al veicolo. Qualora, quindi, avvenga un cambio di targa associata al Pin (consentito solo una sola volta al giorno e con validità dalla giornata successiva), l’agevolazione dei 40 accessi gratuiti rimane invariata.  

Deroghe al divieto di accesso e transito

Si ricorda che la deroga non esenta dal pagamento per l’accesso ad Area C, fatta eccezione per alcune categorie particolari, elencate in “Veicoli esentati dal pagamento della tariffa”.

È prevista una deroga di un anno (fino al 31 dicembre 2012) al divieto di circolazione per i seguenti veicoli:

– bus turistici alimentati a gasolio Euro 3
– veicoli alimentati a gasolio Euro 3 di proprietà di soggetti che risultano residenti, domiciliati o con box di pertinenza all’interno della ZTL Cerchia dei Bastioni
– veicoli destinati al trasporto cose, alimentati a gasolio Euro 3, impiegati in servizi di pubblica utilità e a favore delle residenze.

Possono accedere e circolare in Area C, previa comunicazione della targa, i seguenti veicoli con lunghezza superiore ai sette metri, alimentati a benzina Euro 1, 2, 3, 4 e 5 e a gasolio Euro 4 e 5:

– operativi di Enti, Società, Aziende esercenti pubblico servizio in materia di gas, energia elettrica e termica, acqua, illuminazione, trasporti, telecomunicazioni, igiene ambientale e raccolta rifiuti
– adibiti al trasporto persone
– destinati a cantieri all’interno della ZTL Cerchia dei Bastioni
– adibiti al trasporto valori
– adibiti al rifornimento di combustibili per riscaldamento e allo spurgo dei pozzi
– autoveicoli ad uso speciale con carrozzeria attrezzata per soccorso stradale
– autorizzati dalla Polizia Locale per particolari esigenze e muniti di permesso.

Possono accedere e circolare in Area C i seguenti veicoli alimentati a benzina Euro 0 e a gasolio Euro 0, 1, 2, 3:

– muniti di contrassegno invalidi il cui titolare sia a bordo del veicolo
– muniti permanentemente di speciali attrezzature per il trasporto dei disabili motori
– appartenenti o in uso esclusivo alle Forze Armate, alle Forze di Polizia, alla Polizia Locale, alla Croce Rossa Italiana, agli Ospedali, alle ASL, ai Vigili del Fuoco, alla Protezione Civile e ben riconoscibili
–gli operatori sociali riconosciuti dall’Amministrazione comunale di Milano che agiscono nel settore dell’assistenza socio sanitaria sul territorio di Milano
autoambulanze
– servizi di trasporto pubblico di linea e non di linea (vedi specifiche in delibera)

Possono accedere e circolare in Area C, fino al 31/12/2012, i seguenti veicoli alimentati a gasolio Euro 3:

– destinati all’autonoleggio da rimessa con conducente – NCC – superiori a nove posti
– previa comunicazione della targa, destinati al trasporto cose rientranti nelle categorie autorizzate ad accedere nella ZTL Cerchia dei Bastioni in base alla precedente disciplina “ZTL Merci”
–previa comunicazione della targa, di residenti, domiciliati o con box di pertinenza all’interno della ZTL Cerchia dei Bastioni

Veicoli esentati dal pagamento della tariffa

Riconosciuti direttamente dai dispositivi d’accesso:
– veicoli elettrici
– ciclomotori e motocicli se di classe Euro 1 o successiva
– velocipedi
– veicoli appartenenti alle Forze Armate, alle Forze di Polizia, alla Polizia Locale, alla Croce Rossa Italiana, agli Ospedali, alle ASL, ai Vigili del Fuoco, alla Protezione Civile, se riconoscibili dalla targa speciale
– autospazzatrici
– autospazzaneve
– autoambulanze
Previa comunicazione della targa:
– veicoli che espongono il contrassegno invalidi il cui titolare sia a bordo del veicolo
– autoveicoli per trasporti specifici muniti permanentemente di speciali attrezzature per il trasporto dei disabili motori
– veicoli appartenenti o in uso esclusivo alle Forze Armate, alle Forze di Polizia, alla Polizia Locale, alla Croce Rossa Italiana, agli Ospedali, alle ASL, ai Vigili del Fuoco, alla Protezione Civile, non riconoscibili dalla targa speciale
servizio taxi o autonoleggio con conducente – NCC – sino a nove posti
servizi effettuati con autobus destinati al servizio di linea o di noleggio su itinerari autorizzati
– veicoli in uso agli operatori sociali riconosciuti dall’Amministrazione comunale di Milano che agiscono nel settore dell’assistenza socio sanitaria sul territorio di Milano
– veicoli adibiti al servizio di Car sharing di società aventi sede nel Comune di Milano
– veicoli destinati alla gestione del Bike sharing
– veicoli del servizio di controllo di esercizio e manutenzione del trasporto pubblico locale
– veicoli privati utilizzati per comprovate ragioni di servizio in uso a Forze Armate, delle Forze di Polizia, della Polizia Locale, Vigili del Fuoco e Protezione Civile
– veicoli di proprietà o in uso esclusivo di Regione Lombardia, Provincia e Comune di Milano e dei Comuni appartenenti alla Provincia di Milano che debbano necessariamente accedere per ragioni di servizio
– veicoli privati utilizzati per ragioni di servizio, per interventi di pronta reperibilità, dal personale sanitario dipendente delle strutture ospedaliere e aziende sanitarie locali con sede all’interno della Cerchia dei Bastioni
veicoli privati utilizzati per ragioni di servizio, riferibili ad urgenze per le quali risulta indispensabile l’utilizzo del mezzo privato, dal personale sanitario dipendente delle strutture ospedaliere e aziende sanitarie locali
– veicoli diplomatici e consolari riconoscibili da targhe e contrassegni
– veicoli di giornalisti e poligrafici dipendenti di gruppi editoriali con sede operativa all’interno della Cerchia dei Bastioni limitatamente alle necessità legate alla redazione e pubblicazione di quotidiani durante fasce orarie disagiate. 

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta