Cultura

Riscordati di meCronache di Esmeraldo Olvido, l’oblivionabile
In “Primo Foglio, 1998 - 2000”, uno dei quattro volumi che raccolgono i monologhi scritti per Il Foglio tra la fine di un secolo e l’inizio del seguente, il poeta romano mostra il suo microcosmo letterario, un flusso di coscienza che unisce quotidiano e surreale: «Così, d'oblio in oblio, io vivo perché loro mi rinviano a un me stesso che rivive quando è scomparso in me»

Esteri

La lezione di KabulPerché la missione italiana (e occidentale) in Afghanistan non è stata un errore
Le truppe italiane hanno lasciato un Paese che non è affatto uguale a quello che avevano trovato e in cui è migliorata in termini relativi la speranza e la qualità di vita della popolazione. Gli ultimi vent’anni hanno dimostrato che gli effetti del disimpegno europeo dagli scenari di crisi locali si sono tutti riproposti in chiave globale come rischi di sicurezza, strategici ed economici

Italia