Italia senza lavoro, mancano donne e giovani

Italia senza lavoro, mancano donne e giovani

Tasso di disoccupazione – Rapporto tra le persone in cerca di occupazione e le forze di lavoro.

Tasso di occupazione – Rapporto tra gli occupati e la popolazione di 15 anni e più (generalmente, e in particolare nei confronti internazionali, si usa al denominatore la popolazione di 15-64 anni).

Le persone occupate comprendono le persone di 15 anni e più che nella settimana di riferimento – quella in cui viene effettuata la rilevazione –hanno svolto almeno un’ora di lavoro in una qualsiasi attività che preveda un corrispettivo monetario.
Le persone in cerca di occupazione comprendono le persone non occupate tra 15 e 74 anni che hanno effettuato almeno un’azione attiva di ricerca di lavoro nei trenta giorni che precedono l’intervista e sono disponibili a lavorare (o ad avviare un’attività autonoma) entro le due settimane successive all’intervista, oppure, inizieranno un lavoro entro tre mesi dalla data dell’intervista e sono disponibili a lavorare (o ad avviare un’attività autonoma) entro le due settimane successive all’intervista, qualora fosse possibile anticipare l’inizio del lavoro.

Lo Svimez (Associazione per lo sviluppo dell’industria nel Mezzogiorno) in settimana ha lanciato l’allarme: oltre mezzo milione di donne al Sud sfugge alle statistiche della disoccupazione ufficiale, così da portare il tasso di disoccupazione corretto nel 2010 al 30,6%. A queste vanno aggiunte 575 mila “scoraggiate”, disponibili a lavorare ma non in cerca di lavoro. Mentre le poche assunte regolarmente (tra le giovani meno di una su quattro) hanno uno stipendio inferiore di oltre il 30% rispetto a un uomo del Centro-Nord. Anche tra i giovani aumentano gli scoraggiati. Quali sono nel breve periodo i più plausibili obiettivi della riforma del mercato del lavoro allo studio? Più spostare l’Italia verso destra nello schema che non verso il basso. Ovvero aumentare il tasso di occupazione più che diminuire quello di disoccupazione.

Leggi anche:

Infografica – Italia, le mappe sismiche del terremoto disoccupazione

Infografica – Come cercano lavoro i giovani disoccupati

Reportage – Come il “modello Lucca” si è trasformato in capitale dei disoccupati

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club