«Tra 800 e 1000 Pmi potenzialmente pronte per quotarsi ad Aim»

«Tra 800 e 1000 Pmi potenzialmente pronte per quotarsi ad Aim»

“In borsa per crescere”. Questo il titolo dell’incontro di mercoledì 3 giugno presso Barabino & partners, alla presenza di operatori finanziari, comunicatori e professionisti che assistono quotidianamente le Piccole e medie imprese italiane. Il mercato alternativo di Borsa italiana Aim è stato al centro del dibattito, finalizzato all’individuazione di best practice e strategie efficaci per disintermediare il consueto canale bancario e consentire alle più promettenti imprese italiane di finanziare la loro crescita interna ed espansione internazionale.

Borsa italiana, Ambromobiliare, Integrae Sim, Nctm Studio associato, Mazars e il caso di successo Triboo Media guidato dal presidente Giulio Corno hanno evidenziato opportunità, rischi e strategie per arrivare alla quotazione su Aim, efficace trampolino per rivolgersi ai più ampi mercati finanziari italiani che consentono alle Pmi di cambiare pelle, rendere metodica e programmata la propria crescita, adeguare il management a dimensioni e sfide internazionali, e gestire con efficenza il passaggio da impresa familiare a società aperte, in grado di amplificare le proprie opportunità di business.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta