Su cosa investire nel 2018? Sulla diversificazione

Auto elettriche, Made in Italy attraverso i Piani individuali di risparmio, oro, petrolio o bitcoin? Diffidate da chi vuol dirvi con certezza quale sarà il miglior investimento nel 2018

SEBASTIAN DERUNGS / AFP

Il 2017 è alla fine e, va detto,è stato un anno positivo per il mercato finanziario italiano, così come per quelli globali. A spingere gli indici azionari e obbligazionari delle piccole e medie imprese italiane sono stati in particolare i Pir, i piani individuali di risparmio. Un trend positivo che potrebbe continuare anche nel 2018. L’attenzione dei media si è anche concentrata su settori innovativi e ad alto potenziale di sviluppo, come la mobilità elettrica. Che si considerino asset come l’oro, le materie prime o i bitcoin (nonostante i rischi di bolla), la regola è sempre quella: diffidare da chi propone un investimento sia sicuro che redditizio e sforzarsi di comprendere le peculiarità di ciascuno strumento che viene offerto. La diversificazione è il migliore consiglio per il 2018.

(…)

Continua a leggere su Risparmiamocelo.it

La diversificazione degli investimenti è il migliore consiglio per il 2018

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta