La LineaLa sigaretta di Delmastro, le banane dell’Ecuador e le teatrali contraddizioni di Matteo Salvini

La versione del sottosegretario alla Giustizia nell’interrogatorio sullo sparo alla festa di Capodanno, il wrestling tra maggioranza e opposizione e tanti altri spunti nella nuova newsletter de Linkiesta scritta da Francesco Cundari per orientarsi nel gran guazzabuglio della politica e della vita. Arriva tutte le mattine dal lunedì al venerdì alle sette. Più o meno

Questo è un estratto di “La linea” la newsletter de Linkiesta curata da Francesco Cundari per orientarsi nel gran guazzabuglio della politica e della vita, tutte le mattine – dal lunedì al venerdì – alle sette. Più o meno. Qui per iscriversi.

Nel suo interrogatorio ai pm, stando a quanto scrive Nello Trocchia su Domani, il sottosegretario alla Giustizia Andrea Delmastro avrebbe fornito una versione leggermente diversa, rispetto a quella raccontata alla stampa, riguardo all’ormai famosa vicenda dello sparo alla festa di Capodanno. Nelle interviste a Repubblica e Corriere aveva detto di aver sentito lo sparo mentre era impegnato a buttare la spazzatura e caricare in auto gli avanzi, mentre ai pm avrebbe detto che in quel preciso istante stava fumando una sigaretta insieme a due conoscenti della figlia, dopo avere caricato la macchina. Ne esce comunque confermata l’immagine, bella e rassicurante, di un sottosegretario che al termine di una festa di capodanno piena di suoi assistenti e agenti di scorta, all’una di notte, mentre quelli gozzovigliano, si premura di sparecchiare, raccogliere gli avanzi e andare a buttare la spazzatura, tutto solo. Talmente bella che si fa fatica a crederci. E questo, per me, è quello che conta.

Se vuoi leggere il resto della newsletter iscriviti qui

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club