Radical CafeA chi dà fastidio il naturismo?

La senatrice Donatella Poretti ed il senatore Marco Perduca (Radicali) hanno depositato in Senato un'interrogazione ai Ministri dell'interno, della difesa e per gli affari regionali, il turismo e l...

La senatrice Donatella Poretti ed il senatore Marco Perduca (Radicali) hanno depositato in Senato un’interrogazione ai Ministri dell’interno, della difesa e per gli affari regionali, il turismo e lo sport.

L’associazione Certi Diritti ha segnalato fatti che stanno avvenendo in alcune spiagge italiane: in particolar modo alla spiaggia dell’Arenauta di Gaeta, una spiaggia notoriamente frequentata da naturisti.

Dice al Senato la senatrice Poretti

In proposito la legge è chiara fino a un certo punto. Esiste l’articolo 726 del codice penale che punisce gli atti contrari alla pubblica decenza. Su questo la Cassazione ha dato un’interpretazione finalizzata a stabilire che il naturismo non è contrario alla pubblica decenza. Forti però di questo articolo del codice penale, in alcuni casi i vigili, e nella spiaggia dell’Arenauta addirittura dei vigilantes privati, sono stati inviati a fare multe e in alcuni casi ad ordinare ai naturisti di rivestirsi. Sollecitiamo dunque la risposta a questa interrogazione. Va da sé che un Paese turistico come l’Italia che non decide comunque di regolamentare la pratica del naturismo in qualche modo scaccia anche i possibili turisti che esistono – e sono stimati in circa 20 milioni in Europa e più del doppio negli Stati Uniti – e che potrebbero frequentare luoghi adeguatamente segnalati e predisposti per una pratica che comunque viene riconosciuta a livello internazionale non in maniera così disdicevole. Richiedo quindi che sia data risposta all’interrogazione segnalando altresì che abbiamo presentato disegni di legge con senatori di ogni partito per cercare di mettere un punto chiaro su questa vicenda.

A chi dà fastidio il naturismo?

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta