consumi
15 Gennaio Gen 2019 0600 15 gennaio 2019

Il futuro del marketing si chiama omnicanalità (ed è anche la sua sfida più grande)

Le sfide dell’omnichannel sono molte, i clienti esigono risposte coerenti e veloci indipendentemente dal canale di accesso sia esso punto vendita fisico, online o “on the move”. Questo comporta un ripensamento ed una integrazione dell’approccio di marketing, in particolare del category management

Chess Board 1838696 960 720
immagine tratta da Pixabay

Il comportamento dei consumatori verso lo shopping e nella relazione con la marca negli ultimi anni è cambiato profondamente.

Il digitale, l’utilizzo sempre più massivo del mobile e dell’e-commerce hanno cambiato le regole del gioco e le aziende si trovano di fronte ad un enorme sfida, quella di soddisfare il consumatore nei diversi touch point di contatto, siano essi fisici o digitali.

Per mappare questo cambiamento il Politecnico di Milano e Nielsen hanno condotto un’analisi sui trend di comportamento del consumatore. La ricerca evidenzia come il digitale sia sempre più presente nelle abitudini di acquisto degli italiani: nel 2018 infatti due italiani su tre, circa 35 milioni, sono consumatori multicanale.

I dati, inoltre, ci confermano come gli italiani siano sempre più orientati all’acquisto di prodotti e servizi online: +16% nel 2018 rispetto all’anno precedente (Figura 1). La crescita è sostanzialmente dovuta all’aumento nell’acquisto di prodotti rispetto ai servizi, che passano da 12 milioni nel 2017 a 15 milioni nel 2018.

Continua a leggere su TendenzeOnline

Il digitale è sempre più presente nelle abitudini di acquisto degli italiani: nel 2018 circa 35 milioni sono risultati consumatori multicanale

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook