L’editoriale dei milanesi: cosa volete dalla città?

L’editoriale dei milanesi: cosa volete dalla città?

Stasera a L’Infedele si parlerà delle elezioni amministrative di Milano e del loro rilievo nazionale. La vittoria del centrodestra e del sindaco uscente Moratti appare ad alcuni analisti meno scontata che in passato e un eventuale successo del centrosinsistra, proprio dove Forza Italia e il Pdl sono nati e dove la Lega Nord per la prima volta ha governato, acquisterebbe un significato simbolico di spartiacque. Anche chi non crede a una sconfitta della Moratti concorda sul significato che essa assumerebbe, ed è quindi inevitabile che questa ipotesi monopolizzi la scena.

Una scena da cui è bene che non spariscano i temi di governo della città, i programmi e i risultati fin qui ottenuti da chi governa. Ai candidati sindaci vogliamo chiedere fin da ora cosa pensano della Milano del 2020: quanta gente vogliamo che ci abiti? Come renderla una città meno congestionata dalle macchine, più pulita e più vivibile? Come possiamo farla diventare una città in cui far nascere e crescere dei bambini? Come possiamo risolvere, concretamente, il problema delle casse comunali sempre esangui e quindi sempre chiuse per gli investimenti che servono a rendere migliore la città? Come attrarre intelligenze e creatività, come succede a Barcellona e Berlino, ma anche a Rotterdam? Qualcuno tra i candidati – e la domanda non vale solo per la Sindaco – sa esattamente cosa fare dell’Expo e per l’Expo? Qualcuno può seriamente promettere che la burocrazia comunale che strozza il cammino delle imprese sarà sensibilmente alleggerita? Molte sono domande concrete, banali, la cui risposta definisce però la qualità della vita di una città.

Ma più delle nostre, da oggi in poi, contano le domande, le curiosità, i malcontenti, le immagini e le esigenze che arrivano dalla città. Le porte (e gli indirizzi email) de linkiesta sono aperte. La possibilità di diventare un “posto” in cui discutere seriamente di Milano ci onora. 

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter