Lo scadenzario che la Lega porterà a Berlusconi

Lo scadenzario che la Lega porterà a Berlusconi

Impegno da parte del governo a realizzare i seguenti punti programmatici nei prossimi 180 giorni entro le date stabilite. 

ENTRO DUE SETTIMANE – Approvazione da parte del consiglio dei ministri della riforma costituzionale (dimezzamento numero parlamentari, Senato federale) e sua approvazione definitiva da parte del Parlamento entro quindici mesi; 

approvazione da parte del consiglio dei ministri del decreto legge sulle missioni militari con riduzione dei contingenti impegnati all’estero.

ENTRO TRENTA GIORNI – Attivazione delle procedure per l’attribuzione di ulteriori forme di autonomia alle Regioni che le abbiano richieste;

approvazione misure per la riduzione delle bollette energetiche;

riforma del patto di stabilità interno per i Comuni e per le Province;

taglio dei costi della politica;

finanziamento del trasporto pubblico locale;

prime norme per l’abolizione delle ganasce fiscali e delle misure vessatorio di Equitalia nei confronti dei cittadini.
 

ENTRO SESSANTA GIORNI – Approvazione della metodologia per la definizione dei costi standard da applicarsi alle amministrazioni dello Stato.

ENTRO L’ESTATE 2011 – Approvazione da parte del consiglio dei ministri della proposta di legge di riforma fiscale e sua approvazione definitiva in Parlamento entro la fine dell’anno.

ENTRO L’AUTUNNO 2011 – Soluzione definitiva del problema quote latte e degli aspetti contributivi di tutto il comparto agricolo.

ENTRO DICEMBRE 2011 – Approvazione definitiva del Codice delle autonomie. 

Scarica in formato pdf.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter