Val di Susa, un giorno di ordinaria follia

Val di Susa, un giorno di ordinaria follia

Una domenica di scontri, lacrimogreni e tanti sassi. In mattinata il corteo aperto dai sindaci della valle (circa 25mila persone) bloccato all’altezza della centrale idroelettrica. A meno di un chilometro la sassaiola contro il cantiere del tunnel e la Polizia che risponde con centinaia di lanci di lacrimogeni. Cinque ore di battaglia tra le vigne e il bosco come testimoniano le immagini.

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club