Per Geronzi «i mercati non fanno le rivoluzioni»

Per Geronzi «i mercati non fanno le rivoluzioni»

I libri trasformano le persone. Scrivere un libro è un po’ come mettere al mondo un figlio. Per i genitori, la loro creatura è bellissima, intelligentissima, imprescindibile per l’universo mondo. Cesare Geronzi, banchiere piuttosto noto in Italia, non si sottrae allo schema classico. E adesso è sempre in tv. Prima da Lerner, ora da Lucia Annunziata. A discettare di Monti, Napolitano (il banchiere si riferisce a lui sempre utilizzando i superlativi), Berlusconi. Ogni frase un riferimento al libro. Of course. 

Non mancano, però, le chicche. A proposito della reazione dei mercati, domani mattina, nei confronti dell’Italia, Geronzi contraddice il presidente della Repubblica: «I mercati non fanno le rivoluzioni». 

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter