Il sotto-utilizzo delle forze lavoro in Italia

Il sotto-utilizzo delle forze lavoro in Italia

ll grado di utilizzo delle forze lavoro in Italia è ampiamente sotto sia i Paesi più performanti dell’Ocse che – più in generale – alla media europea. Il problema si annida specialmente fra le giovani leve e fra le donne a bassa qualifica. I nostri laureati soffrono particolarmente di una transizione scuola-lavoro di una lentezza esasperante, come si nota dai tassi di occupazione dei giovani laureati che raggiungono il livello medio europeo soltanto dai 40 anni di età. Con questo spreco di risorse, pare difficile poter sostenere che il nostro mercato del lavoro sia, anche solo in minima parte, efficiente.

Clicca sull’immagine per ingrandirla 

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter