Il sotto-utilizzo delle forze lavoro in Italia

Il sotto-utilizzo delle forze lavoro in Italia

ll grado di utilizzo delle forze lavoro in Italia è ampiamente sotto sia i Paesi più performanti dell’Ocse che – più in generale – alla media europea. Il problema si annida specialmente fra le giovani leve e fra le donne a bassa qualifica. I nostri laureati soffrono particolarmente di una transizione scuola-lavoro di una lentezza esasperante, come si nota dai tassi di occupazione dei giovani laureati che raggiungono il livello medio europeo soltanto dai 40 anni di età. Con questo spreco di risorse, pare difficile poter sostenere che il nostro mercato del lavoro sia, anche solo in minima parte, efficiente.

Clicca sull’immagine per ingrandirla 

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta