Milano: spari al Palazzo di giustizia, 3 morti

Milano: spari al Palazzo di giustizia, 3 morti

Aggiornamento 16:37: «Volevo vendicarmi di chi mi ha rovinato» sarebbero queste le prime parole che Claudio Giardiello, l’uomo che ha ucciso tre persone questa mattina nel palazzo di giustizia di Milano, ha pronuciato di fronte alla forze dell’ordine che lo hanno fermato nei pressi di un centro commerciale di Vimercate. A riportare la notizia è l’Ansa

16:17: Secondo il capo della Procura Edmondo Bruti Liberati gli ingressi del palazzo di Giustizia di Milano sono tutti presidiati da metal detector funzionanti. Claudio Giardiello sarebbe entrato in Tribunale con un tesserino da avvocato falso.

16:09: È in corso la conferenza stampa del ministro dell’Interno Angelino Alfano e del ministro della Giustizia Andrea Orlando. «Ringrazio le forze dell’ordine per il loro tempestivo intervento e la celerità nella cattura dell’omicida — dice Alfano — secondo le nostre informazioni era pronto ad uccidere altre persone a Vimercate»

14:10: «Pensava che tutti lo volessero fregare, era paranoide. Io l’ho scaricato perché era un cliente difficile e ingestibile». Così l’ex avvocato Valerio Maraniello descrive l’aggressore del tribunale di Milano Claudio Giardiello. Il legale ha aggiunto che ha difeso Giardiello fino a qualche anno fa, e che poi ha rinunciato perché si tratterebbe di un cliente “difficile”.

13:04 L’uomo ferito portato in gravi condizioni al Policlino di Milano è morto. Si tratta di Giorgio Erba, coimputato di Giardiello nel processo per bancarotta fraudolenta. Il bilancio delle vittime della sparatoria di questa mattina al Tribunale di Milano sale a 4. Tra le vittime ci sono l’avvocato difensore di Claudio Giardiello, Lorenzo Alberto Claris Appiani, e il giudice fallimentare Fernando Ciampi, da poco tempo spostato alla sezione Brevetti e Industrie. Giardiello, dopo aver esploso dei colpi in aula, avrebbe raggiunto l’ufficio del magistrato uccidendolo sul colpo. Dopo essere rimasto nascosto nel tribunale per più di un’ora, Giardiello è fuggito in moto. Ed è stato arrestato a Vimercate, 30 chilometri circa dal luogo della strage.

12:53: Secondo quanto comunicato dall’Azienda regionale per l’emergenza urgenza, il corpo della terza vittima non presenta segni di ferite di arma da fuoco ed è stato trovato sulle scale. L’ipotesi è che abbia avuto un infarto.

12:26: Arrestato dai carabinieri di Vimercate Claudio Giardiello, l’uomo che ha sparato colpi di arma da fuoco questa mattina in un’aula del tribunale di Milano uccidendo almeno 3 persone. La notizia è stata confermata dal ministro dell’Interno Angelino Alfano. L’uomo era in fuga in moto

12:23: l’altra vittima accertata della sparatoria di questa mattina al tribunale di Milano è l’avvocato Lorenzo Alberto Claris Appiani (Fonte: Ansa).

12:19: l’uomo che ha sparato 4-5 colpi di arma da fuoco uccidendo almeno tre persone nel tribunale di Milano sarebbe stato arrestato dai Carabinieri. La notizia è stata battuta dall’Ansa

12:16: il bilancio delle vittime della sparatoria nel tribunale di Milano, secondo quanto riporta l’Ansa, sarebbe salito a tre. 

12:10: secondo quanto riporta l’Ansa sulla base di indiscrezioni della polizia, l’uomo che ha sparato colpi di arma da fuoco nell’aula del tribunale di Milano potrebbe non essere più nel Palazzo di giustizia ma sarebbe fuggito in moto

12:00: l’uomo che ha sparato colpi di arma da fuoco oggi in un’aula del tribunale di Milano sarebbe asserragliato al terzo piano del Palazzo di giustizia. In arrivo il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, che era impegnato in un un vertice sulla sicurezza di Expo con il ministro dell’Interno Angelino Alfano. Il vertice è stato sospeso.

11:51: Una delle vittime della sparatoria al tribunale di Milano è il giudice fallimentare Fernando Ciampi. L’altra vittima sarebbe un testimone.

Intorno alle 11 di questa mattina, in un’aula del terzo piano del Palazzo di Giustizia di Milano è avvenuta una sparatoria che avrebbe causato almeno due morti e un ferito grave, a quanto riportano le agenzie stampa. A sparare sarebbe stato un imprenditore imputato per bancarotta fraudolenta. Il nome del presunto assassino è Claudio Giardiello, 57 anni, residente a Brugherio. Il Palazzo è in evacuazione, ma l’aggressore sarebbe ancora all’interno del palazzo. Sembra che l’imprenditore abbia litigato durante l’udienza con il giudice, per poi sparare quattro o cinque colpi in aula.