La nuova Africa tra business e cooperazione

La nuova Africa tra business e cooperazione

Mentre l’Isis sta facendo sentire la sua presenza in Libia, da Houston l’ad di Eni Claudio Descalzi sostiene che è necessario «lavorare con l’Africa per creare un contesto di pace e sicurezza».

Negli stessi giorni, David Cameron sceglie la linea dura con profughi e irregolari provenienti anche dal Continente nero, ma le copertine dell’Economist sull’Africa sono passate dall'”Hopeless continent” del 2000, ad “Africa rising” del 2011, fino all'”Aspiring Africa” del 2013.

È ancora presto per dire se tra cooperazione, immigrazione e politica estera da una parte, sviluppo di business, diplomazia economica e presenza di imprese dall’altra ci sia una strada comune che conduce in Africa. Ma di certo sono questi gli elementi con cui valutare il rapporto presente e futuro tra l’Italia ed una delle zone al mondo con la crescita più rapida.

Ne parleremo lunedì 25 maggio, 18.30 – redazione LINKIESTA, via G.B. Morgagni 6 con: Federico Sutti, Managing Director Europa e Africa DLA Piper, e Lia Quartapelle, Deputata PD, Segretaria Commissione Esteri. Modera Stefania Danzi, International Relations Manager Italcementi Group.

Per partecipare o inviare le vostre domande, scrivete a [email protected]