Tsipras apre all’Europa: «L’accordo è possibile»

La lettera

Secondo quanto si legge in una lettera che Alexis Tsipras avrebbe inviato nella notte all’attenzione di Mario Draghi, Christine Lagarde e Jean Claude Juncker, il governo greco sarebbe disposto ad accettare la maggior parte delle riforme economiche proposte dalla Troika, con poche sostanziali eccezioni:

Vi scrivo per informarvi della posizione della Repubblica Greca sulla lista delle azioni prioritarie proposte nella bozza di accordo pubblicata sul sito della Commissione europea il 28 giugno 2015. La Repubblica Greca è dispsta ad accettare questa bozza soggetta ai seguenti emendamenti, addizioni e chiarimenti, come parte di una estensione del programma, ormai scaduto, di aiuti europei e del nuovo accordo di prestito del Fondo Salvastati per il quale ieri è stata sottoposta una richiesta. Come potrete notare, i nostri emendamenti sono concreti e rispettano completamente la forza e la credibilità del progetto dell’interno programma.

Continua a leggere la lettera, in inglese, sul sito del FT

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Studenti 60€
Amici 120€
Sostenitori 600€
Benefattori 1200€
Maggiori Informazioni