Istruzione quanto mi costiFinita la scuola, affari d’oro per le ripetizioni

Le più care sono le materie scientifiche, per le quali si spendono in media 18 euro l’ora. Al Sud il prezzo si dimezza: la città più economica è Napoli

La scuola è finita, ma non tutti sono stati promossi a pieni voti. C’è chi ha finito l’università, ma già pensa agli esami d’autunno. E anche chi si appresta a sottoporsi ai temuti esami di maturità.

Da giugno a settembre fiorisce il mercato delle ripetizioni. Per chi le fa, è il periodo migliore per mettere da parte un bel gruzzoletto. Secondo un’indagine del portale ProntoPro.it, i costi maggiori sono legati alle ripetizioni di materie scientifiche: 18 euro all’ora in media. Migliorare invece l’inglese costa mediamente 13,50 euro all’ora. Matematica per medie e superiori raggiunge un prezzo medio di 12 euro l’ora. Le più economiche sono le materie umanistiche, per le quali si spendono “solo” dieci euro.

Ma tra Nord e Sud esistono escursioni di prezzo enormi. Milano è la città più costosa per prendere ripetizioni: nel capoluogo lombardo occorrono in media circa 23 euro l’ora per una lezione di scienze, chimica o fisica, mentre per una di italiano si arriva a 12,50 euro. Le cose non vanno meglio a Bologna, dove una ripetizione sulle materie scientifiche costa più di 22 euro all’ora, mentre per quelle umanistiche si spendono circa 12 euro.

Più aumenta il livello della qualità dello studio, più crescono i costi per le ripetizioni. A Milano studiare privatamente matematica costa in media 24 euro se si è all’università, mentre per un liceale la cifra si ferma ai 16 euro. A Genova, Roma e Perugia i costi per le lezioni destinate agli universitari si aggirano intorno ai 23 euro, per i liceali si scende a 15.

Al Centro Sud i prezzi scendono. Per colmare le proprie lacune nelle materie scientifiche, uno studente di Napoli arriva a spendere circa 10,50 euro all’ora. Cifra che quasi si dimezza se la carenza è relativa a una materia afferente all’ambito umanistico. Anche per le lezioni di matematica, sia universitarie sia scolastiche, le città meridionali sono più convenienti. Napoli guida la classifica delle città più economiche, seguita da Catanzaro, L’Aquila e Potenza.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta