Niente dissenso e niente satira: tre domande sulla Rai di Campo Dall’Orto

Come sono questi palinsesti Rai? E perché uno che se ne intende come Carlo Freccero ha votato contro? Ecco come la politica sta, di nuovo, rallentando il rinnovamento di mamma Rai

Ma insomma, come sono questi palinsesti Rai? E perché uno che se ne intende come Carlo Freccero ha votato contro? Le domande sorgono spontanee, e la risposta alla seconda – senza che il giudizio dello storico direttore di Raidue sia vangelo – aiuta a capire anche la prima. In questi giorni si parla del contratto di Gianluca Semprini e del ritorno dei soliti noti. Ok. Nel primo caso, forse un briciolo di attenzione in più alla forma si poteva avere. Magari l’ex conduttore di SkyTg24 avrebbe potuto iniziare con un rapporto di consulenza per essere assunto tra un anno o due. Quanto a Santoro e Lerner li vedremo all’opera, ma direi che ormai sono nella condizione di non dover più dimostrare nulla.

CONTINUA A LEGGERE SU WWW.CAVEVISIONI.IT

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta