Televisione, dopo il letargo anche Mediaset si dà una svegliata

I palinsesti Rai cambiano e si rinnovano, ma anche a Segrate non si scherza. L’aria di novità si respira in nuove trasmissioni e scelte più attente a conduttori e pubblico

C’è molto movimento anche in casa Mediaset. In un certo senso era inevitabile: veniamo da un’annata carica di novità. Dalla riforma del panel dell’Auditel allo sbarco di Sky e Discovery nella competizione della tv generalista, dall’inserimento del canone nella bolletta elettrica all’arrivo di Netflix, fino alla nuova dirigenza Rai nominata con una legge apposita. La cornice del sistema televisivo è questa, una cornice molto mobile. E dunque è naturale che, come Rai e Discovery, anche Mediaset ritrovi necessariamente un certo dinamismo. Nella prossima stagione si contano 16 nuovi programmi e sei fiction inedite. Su Canale 5 da febbraio 2017 ci sarà la graphic novel Adrian preceduta da Celentano in carne e ossa e, già in autunno, su Italia Uno Cultura moderna firmata da Antonio Ricci. Ci sarà tempo per approfondire, ma intanto, ad un primo sguardo panoramico, balzano agli occhi alcune cose notevoli. Tutte con un filo conduttore: una cura particolare nel cucire programmi e format su misura delle star che li condurranno. Si dirà, cosa ovvia. Mica sempre. E comunque, stavolta sembra che tra contenuto e narratore ci sia una sintonia più spiccata.

1. Il ritorno di Zelig su Canale 5 con quattro serate celebrative in occasione dei vent’anni del programma-fucina di talenti comici. Condurranno Michelle Hunziker e Christian De Sica, coppia che ha già dimostrato una buona alchimia a Striscia la notizia. Con il suo repertorio di showman in grado di cantare presentare e far ridere, De Sica potrebbe essere un ottimo innesto per l’intrattenimento del Biscione.

2. Il ritorno di Simona Ventura su Italia Uno con un makeover prodotto dalla Fascino di Maria De Filippi. Cosa siete disposti a fare per cambiare? è la domanda che innesca il nuovo format sulla chirurgia estetica e… psicologica. Con tutte le vite che ha alle spalle, Simona sembra la guida giusta per questi percorsi.

3. Il nuovo Matrix di Nicola Porro, con Alessandro Banfi capo degli autori. Due seconde serate a settimana più una terza in sinergia con il nuovo programma di Piero Chiambretti che tornerà alle origini, quando frequentava l’attualità politica e la cronaca, senza sprofondare nel gossip.

Continua a leggere su CAVEVISIONI.IT

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta