Tutti a battere le mani con l’Islanda

La squadra più simpatica del torneo ha già eliminato l’Inghilterra. Contro la Francia padrone di casa servirà qualcosa di più della fortuna. L’aiuto del pubblico può dare una mano

Lo hanno già detto tutti, lo diciamo anche noi: la squadra più simpatica dell’europeo è senza dubbio l’Islanda. Oltre alla scarsità della popolazione (che rende tutto più surreale), c’è anche l’antico fascino del piccolo che vince sul grande, dell’impresa che batte ogni pronostico. E poi c’è questo:

Una sorta di rito collettivo (estendibile anche alle altre tifoserie) in cui pubblico e calciatori, insieme, battono le mani ed emettono un “oh!” possente. Suono primordiale, gesto semplice ma di grandissimo impatto. E se a guidarli (pubblico e squadra) c’è il capitano Aron Gunnarsson.

Qui si può partecipare, tutti insieme al grande rito islandese.