Barcellona invasa dal turismo e i cittadini protestano: «Meglio i rifugiati che i turisti»

La città, che conta 1,6 milioni di abitanti, si misura con l'invasione di 34 milioni di turisti. A causa del turismo sfrenato, gli affitti sono alle stelle. In un anno hanno aperto 12 nuovi alberghi. E la sindaca ha dovuto mettere un freno alla crescita alberghiera. Ma non basta

Barcellona, prima che di Madrid, è stufa del turismo di massa. Non passa giorno senza che nella città spagnola non ci sia qualche protesta contro l’invasione di persone che arrivano a «beneficio di chi ha messo in vendita la città». Cortei e marce di protesta, articoli di fuoco sui giornali, comitati di protesta sul web e una voce in sottofondo: meglio i rifugiati dei turisti. Il coro è potente, e in prima fila tra chi urla Basta c’è la sindaca Ada Colau, alleata di Sinistra Unita e di Podemos.

Continua a leggere su Nonsprecare.it

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta