Soldi nostriEcco i migliori strumenti per abbattere il costo del tuo lavoro

Indispensabile, con i vincoli di spesa di ciascuno, sarà fare delle scelte. È un’operazione difficile e tutt’altro che scontata. In qualunque ambito il mercato propone una quantità di proposte vastissima ed estremamente articolata

Se avessimo un budget illimitato potremmo lavorare con i migliori strumenti che il mercato mette a disposizione per la nostra professione e per svolgere i lavori che essa ci porta a fare. Con il meglio del meglio della tecnologia sarebbe molto più facile tenere il mercato, ma essere bravi sul lavoro significa soprattutto saper coniugare esigenze, budget e prospettive, investendo il giusto nell’acquisto delle attrezzature e dei software senza mettere a rischio l’azienda spendendo più di quel che serve e che possiamo permetterci.

Giorno dopo giorno, lavoro dopo lavoro dobbiamo dunque fare delle scelte. Si tratta di un lavoro difficile e tutt’altro che scontato. Qualunque sia l’ambito in cui svolgiamo la nostra attività, infatti, il mercato ci proporrà una gamma di proposte vastissima ed estremamente articolata, che ci porterà inevitabilmente ad arrovellarci il cervello nel tentativo, spesso vano, di capire quale sia la scelta più giusta e conveniente da fare.

Prendiamo ad esempio la fotografia, che riguarda trasversalmente tutti i settori e tutti gli ambiti lavorativi e che presenta un’offerta talmente ampia da rappresentare, sotto molti aspetti, un vero e proprio caso di studio.

Chi può affermare di non aver bisogno di documentare con la fotografia il proprio lavoro? Nell’era dei social media e della comunicazione / marketing fai da te, nessuna azienda, organizzazione, professionista o realtà di qualsiasi natura può fare a meno di qualche scatto, ma assai di rado il budget a disposizione è sufficiente per rivolgersi ad un fotografo professionista. Di certo lo faremo nelle occasioni più importanti e non sbaglieremo ad investire la somma necessaria per avvalerci dei suoi servizi.Ma nella quotidianità del lavoro potremo mai fare lo stesso?

La risposta è quasi per tutti negativa e, del resto, gli strumenti moderni consentono a tutti di scattare foto sufficientemente qualitative per tenere il mare dei social media senza affogare nel ridicolo. Ma tra l’affogamento, il dignitoso galleggiamento e l’aria pura d’alta quota ci sono comunque differenze abissali.

Continua a leggere su Centodieci

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta