Il cambiamento climatico sta per colpire i mercati finanziari. Ecco come

A Londra migliaia di persone hanno occupato le vie del centro con rivendicazioni radicali per contrastare il cambiamento climatico. Nel lungo periodo potrebbe pesare sulla profittabilità delle aziende in particolare sui maggiori costi di produzione regolamentazione. Ecco tutti gli scenari possibili

JIM WATSON / AFP

Il cambiamento climatico non è una moda passeggera, né un fenomeno mediatico. Ma un problema da affrontare seriamente. A Pasqua le vie di Londra illuminate da un sole che poche volte si è visto a quelle latitudini si sono riempite di migliaia di persone che hanno protestato chiedendo soluzioni radicali per evitare il peggio. Come in ogni transizione, emergeranno dei vincitori e delle nuove tecnologie, ma le aziende che riempiono oggi i nostri indici saranno probabilmente destinate nei prossimi anni a vivere il cambiamento climatico come un costo. Ma quanto lontano nel futuro si estende la valutazione dei mercati finanziari? In altre parole, a oggi fino a che punto il prezzo del cambiamento climatico è incluso nel valutazioni di mercato?

Continua a leggere su Moneyfarm

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Studenti 60€
Amici 120€
Sostenitori 600€
Benefattori 1200€
Maggiori Informazioni