SoldiEcco come sono andati a luglio i mercati finanziari

La Fed ha tagliato i tassi solo dello 0.25% e i mercati sono rimasti in un certo senso delusi di fronte a una retorica accomodante, ma non come si aspettavano. Powell è stato chiaro: non siamo ancora all’inizio di un nuovo ciclo di tagli, questa riduzione è stata solo un aggiustamento temporaneo

SPENCER PLATT / GETTY IMAGES NORTH AMERICA / AFP

L’ultimo meeting della Federal Reserve, come da attese, ha consegnato ai mercati un taglio dei tassi d’interessi di 25 punti base. La mossa era stata largamente anticipata, anzi, l’incontro era stato caricato di tali aspettative che i mercati sono rimasti in un certo senso delusi di fronte a una retorica accomodante, ma non come si aspettavano. Si possono dare diverse interpretazioni a questa mossa della Banca Centrale. Alcuni insistono sul fatto che la FED sembri molto (troppo) attenta alle performance azionarie, considerando di fatto la stabilità dei mercati come un mandato aggiuntivo rispetto a quelli previsti dallo statuto (disoccupazione e inflazione).

Continua a leggere su Moneyfarm

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta