Camillo di Christian RoccaThe Corrier of the Sera/4

Continuano le mirabili avventure americane del Corrier of the Sera, stavolta sotto forma di una recensione cinematografica pubblicata da ViviMilano (segnalatami da marco) del delizioso "Molto incinta" del regista di culto Judd Apatow. Questo giovane regista non solo sbanca i botteghini con film apparentemente beceri, ma intelligenti, ma è anche oggetto di studio di grandi giornali liberal: il magazine del New York Times magazine per esempio gli ha dedicato una copertina e un lungo servizio soltanto qualche mese fa. Ma, ecco, come la mette il critico cinematografico di ViviMilano, tal Filippo Mazzarella, uno che ha individuato la presenza di perfidi "critici cinematografici neocon", probabilmente pronti a invadere i cinema sotto casa: "In involontario (sic!) ossequio a Ruini, i due saranno costretti a imparare ad amarsi. Apatow, idolo dei critici neocon Usa, è il regista più volgare e reazionario su piazza…". Rileggere la frase e chiamare i vigili urbani.