Camillo di Christian RoccaAlbertone d'Arabia


La Casa Bianca sostiene che il presidente degli Stati Uniti non si sia inginocchiato davanti al buzzurro re saudita (Bush, invece, lo teneva teneramente per mano). La tesi è che essendo il presidente alto e il re basso, Obama si sia dovuto abbassare per tendergli la mano. Mi pare fortina, anche perché questa foto è decisamente impietosa, ancora più del video. Un presidente nero che si prostra davanti al capo di una setta religiosa razzista (anche con i bianchi, purché infedeli) che considera inferiori tutti i non musulmani non è un bel segnale. Mi pare però impossibile che Obama non sapesse che il presidente degli Stati Uniti per protocollo non si inchina di fronte a nessuno, tanto è vero che davanti alla regina d’Inghilterra non s’è chinato  e anzi Michelle chissà quanto involontariamente l’ha pure abbracciata. E allora, mi chiedo, perché Obama ha fatto scelto di inchinarsi proprio con il Tony Soprano dell’Arabia Saudita? Voleva dare un messaggio ai sauditi (e quale?) o non è ancora sufficientemente preparato a guidare il mondo?

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter