Camillo di Christian RoccaQuasi Mine

Allora. Un mese fa avevo scritto di "Mine", la nuova rivista costruita intorno alle richieste dei lettori lanciata dal gruppo Time.

Allora. Un mese fa avevo scritto di "Mine", la nuova rivista costruita intorno alle richieste dei lettori lanciata dal gruppo Time. I primi cinque numeri erano gratuiti e mi sono abbonato. Ho scelto dal parco riviste del gruppo le cinque che mi interessavano e ieri mi è arrivato il primo numero. La confezione è bruttina. Si capisce subito che non è un vero giornale. La pubblicità è tutta della Lexus, anch’essa ritagliata a misura del lettore (in quarta di copertina c’è un Suv e questo efficace slogan: "The All-New 2010 RX. Now with more Christian Rocca". Lo sfoglio mi ha colpito. Non mi pareva di aver scelto né gli articoli di "Real Simple", meno che mai quelli di "Golf magazine" e forse nemmeno quelli di "Food&Wine". Boh. Qualche minuto dopo, nella mia email, ho trovato un messaggio di Mine: "Dear Christian, We want to let you know that a computer error may have affected the first issue you received this week. It’s possible that this issue did not contain the combination of magazine content you selected. Please know that the problem has been resolved, and that each of your subsequent issues will reflect the exact content you originally requested". Insomma, il primo numero non ha funzionato. Me ne invieranno un sesto, sempre gratuitamente. Unica cosa positiva: ho letto un bel pezzo (di un anno fa!) di un disperato giornalista di Sport Illustrated che non capisce e quindi odia il calcio.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter