Camillo di Christian RoccaGiornalismo anglosassone/2

E ora lo dice anche Obama. Qualche giorno fa ho scritto un post per ricordare che non bisogna mai credere ai quotidiani inglesi quando parlano di cose americane, anzi non bisogna mai leggerli e sarebbe opportuno vietarli per legge, perché il loro tasso di cialtroneria è addirittura superiore al nostro.

E ora lo dice anche Obama. Qualche giorno fa ho scritto un post per ricordare che non bisogna mai credere ai quotidiani inglesi quando parlano di cose americane, anzi non bisogna mai leggerli e sarebbe opportuno vietarli per legge, perché il loro tasso di cialtroneria è addirittura superiore al nostro.
L’altro giorno, per esempio, si sono inventati che le foto su cui Obama ha posto il segreto di stato mostravano immagini di stupri. La cosa puzzava lontano un miglio, ma naturalmente i giornali italiani ci sono cascati.
Ora l’Amministrazione Obama, sia dalla Casa Bianca sia dal Pentagono, non solo smentisce la notizia ma mette in dubbio l’affidabilità generale dei giornali inglesi
. Sono buoni per le notizie sulla Champions Leauge, ha detto il portavoce di Obama, ma per quelle serie e accurate c’è da andare altrove. E non solo oggi che c’è Obama, ma "negli ultimi anni".
"The White House went so far as to cast doubt on the accuracy of the British press in general. … Pentagon spokesman Bryan Whitman said the Telegraph … ‘has completely mischaracterized the images.’ …. White House spokesman Robert Gibbs went further. ‘I think if you do an even moderate Google search you’re not going to find many of these newspapers and truth within, say, 25 words of each other,’ he said.’
E io che vi avevo detto?

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter