Camillo di Christian RoccaL'inferno di Guantanamo

A Guantanamo sono finiti per sbaglio una trentina di innocenti. Dopo sette anni di "inferno" a Guantanamo, gli Stati Uniti hanno trovato il modo di trasferirli nei paesi d’origine. Ma alcuni di loro, piuttosto che tornare in Algeria, Tunisia, Siria e Uzbekistan preferiscono restare a Guantanamo. A casa non ci vogliono tornare, perché temono di essere torturati. Ehi, non sono terroristi. Poi c’è il gruppo di uiguri che andrà nell’isola del Pacifico di Palau. Non andranno in galera, ma saranno liberi. Ma almeno un paio non ci vogliono andare, preferiscono Guantanamo. Un inferno.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter