Little ItalyQuell’autogol di Masiello…

E' il 15 maggio 2011, allo stadio San Nicola di Bari va in scena il derby Bari-Lecce. I biancorossi sono già retrocessi, i salentini giocano per la salvezza. Alla fine la partita finisce 2 a zero p...

E’ il 15 maggio 2011, allo stadio San Nicola di Bari va in scena il derby Bari-Lecce. I biancorossi sono già retrocessi, i salentini giocano per la salvezza. Alla fine la partita finisce 2 a zero per gli uomini dell’ormai ex Gigi De Canio che, portandosi a 5 punti di distacco dalla Sampdoria sconfitta a Palermo, conquistano matematicamente la permanenza in serie A.

La partita, insieme ad altre cinque, è ora al vaglio della procura di Bari che nella notte, nell’ambito dell’inchiesta calcioscommesse, ha fatto scattare gli arresti per l’ex capitano Andrea Masiello, ora all’Atalanta, e due suoi amici e scommettitori ritenuti parte della combine di alcuni match giocati dai Galletti nella passata stagione. L’accusa è di associazione per delinquere finalizzata alla frode sportiva, gli indagati sono una ventina e tra loro ci sono anche nove ex calciatori del Bari.

Il web e i tifosi, rivedendo il film della partita, puntano ora il dito contro l’ex capitano che al 34esimo del secondo tempo metteva in porta un pallone dell’ex salentino Jeda destinato con ogni probabilità a finire sul fondo. Nel video, al minuto 3 e 36, è lo stesso ex portiere Gillet a urlarglielo: “Andava fuori Andrè”.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter