Laboratorio SiciliaDal “61 a zero” alle piazze vuote: ecco il “nuovo” Gianfranco Micciché

In queste ore impazza su tutte le edizioni online dei quotidiani, e anche qui su Linkiesta, un video di un comizio di Gianfranco Micciché a Santa Caterina Villarmosa. Il 10 ottobre scorso una piazz...

In queste ore impazza su tutte le edizioni online dei quotidiani, e anche qui su Linkiesta, un video di un comizio di Gianfranco Micciché a Santa Caterina Villarmosa. Il 10 ottobre scorso una piazza vuota ha accolto l’ex sottosegretario del governo Berlusconi, regista dell’ormai famoso “61 a zero”, targato 13 maggio 2001.

Pochi minuti fa Gianfranco Micciché, candidato alla presidenza della regione per Grande Sud, Fli e Partito dei siciliani ha risposto sul suo blog:«La politica recuperi il proprio ruolo: parlare con la gente. I politici ritornino ad ascoltare i problemi delle persone, nelle piazze e nelle strade. Che siano 7, 70 o 700, ogni singolo siciliano merita la massima attenzione. A Grillo, che è uomo di teatro, interessano le masse, a me ogni singolo siciliano. Alle urne il responso finale».

Eppure fino a pochi anni fa Micciché riempiva i palasport, i teatri, i cinema. E militava in un partito che si chiamava (addirittura) Popolo della Libertà. Oggi si accontenta del singolo siciliani. Ah, come cambiano i tempi…

giuseppealberto.falci@gmail.com

Twitter: @GiuseppeFalci

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta