Mi consentoSolo l’Unità oggi non ha il titolone su Mps

Le primarie del Pd sembrano lontane anni luce. Eppure sono passati pochi mesi. Ieri scrivevo di Matteo Renzi e della sua strategia attendista. E oggi insisto. Non si può ancora una volta evidenziar...

Le primarie del Pd sembrano lontane anni luce. Eppure sono passati pochi mesi. Ieri scrivevo di Matteo Renzi e della sua strategia attendista. E oggi insisto. Non si può ancora una volta evidenziare come con lui la “bomba” Mps avrebbe avuto tutt’altro peso in campagna elettorale per il Pd. Del resto, proprio in quelle terre, nella Toscana rossa, il sindaco di Firenze prese tantissimi voti nella sfida contro Bersani. Ora potrebbe togliersi un bel po’ di sassolini dalle scarpe. Ma tace. Bisogna saper vincere tanto quanto saper perdere. 

Proprio oggi, però, non si può non ricordare una impercettibile disparità di trattamento da parte dell’Unità. In pieno bailamme Cayman, il quotidiano diretto da Claudio Sardo titlò a nove colonne “Le primarie in paradiso (fiscale)”. Oggi, più sobriamente, se la cava con una finta apertura: “Montepaschi, destra contro Bankitalia”. Le nove colonne sono riservate a uno scoop: “Salvare l’Italia con il lavoro”, dedicato al piano dell Cgil per l’occupazione. Unico giornale, l’Unità, a non avere il titolone su Mps.  

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club