Laboratorio SiciliaDopo la “boutade” di Battiato il silenzio “assordante” di Crocetta. Perché?

Le parole di Franco Battiato, cantautore siciliano ed assessore regionale al Turismo, hanno fatto il giro del mondo. Parole pesanti. «La destra italiana è una cosa che non appartiene agli esseri um...

Le parole di Franco Battiato, cantautore siciliano ed assessore regionale al Turismo, hanno fatto il giro del mondo. Parole pesanti. «La destra italiana è una cosa che non appartiene agli esseri umani». E poi ancora: «Queste troie che si trovano in Parlamento farebbero qualsiasi cosa. È una cosa inaccettabile».

Scoppia il caos. La politica nazionale e regionale insorge. A destra il neocapogruppo alla Camera del Pdl Renato Brunetta non la manda a dire al “maestro”: «Le parole pronunciate dal musicista Franco Battiato al Parlamento europeo, in veste di assessore al Turismo della Regione Sicilia, sono di una gravità inaudita. Non rappresentano solo un odioso attacco a tutte le donne che siedono nelle aule del nostro Parlamento, ma anche un’aggressione alle istituzioni della nostra Repubblica». E anche a sinistra Simona Bonafé, neo parlamentare del Pd e protagonista della campagna elettorale per le primarie di Matteo Renzi, reagisce: «Mentre eravamo in aula a sentire la relazione di Terzi sulla dolorosa e pasticciata vicenda dei Maro che mette a dura prova l’onore del nostro paese nel mondo, sono arrivate dall’Europa le dichiarazioni di Battiato sulle “troie in parlamento”. Invito Battiato a prendere un caffè a Montecitorio: si troverebbe davanti una realtà molto diversa e si renderebbe conto dell’uscita infelice e indegna dell’artista che ho sempre apprezzato».

L’affermazione di Battiato mobilita i social network. Su facebook si sprecano gli status, nei quali si affermano che l’assessore regionale al Turismo dovrebbe dimettersi. Addirittura c’è chi, come Massimo Micucci, animatore della rete, arriva a dire: «Ma se Berlusconi avesse detto “il parlamento è pieno di troie” come ha fatto Battiato?».

Ecco ne parlano proprio tutti. Il caso “Battiato” diventa un caso nazionale. Ma tutto ciò non è vero per il governatore regionale Rosario Crocetta. L’ex sindaco di Gela, iper presente in televisione, non trova il tempo di dissociarsi dalle parole del “maestro” Battiato. Come mai? Perché non dirama al più presto un comunicato stampa?

@GiuseppeFalci

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta