EsterismiAlgeria – Tunisia anti terrorismo senza confini?

Sale l'allerta terrorismo in Tunisia dopo la caccia all'uomo a Chaambi, governatorato di Kasserine. Secondo fonti tunisine i miliziani ricercati avrebbero condotto operazioni in Mali. Pochi giorni ...

Sale l’allerta terrorismo in Tunisia dopo la caccia all’uomo a Chaambi, governatorato di Kasserine. Secondo fonti tunisine i miliziani ricercati avrebbero condotto operazioni in Mali. Pochi giorni fa, il Ministro dell’Interno algerino Dahou Ould Kablia ha proposto al primo ministro tunisino Ali Laarayedh l’ipotesi di operazioni antiterrorismo algerine in territorio tunisino. L’esercito di Algeri dovrebbe infatti andare a caccia di quelle cellule armate che da settimane operano al confine tra i due paesi. Dopo l’attacco di In Amenas, l’Algeria sta cercando di limitare la mobilità ed efficacia di Al Qaeda nel Maghreb Islamico. Non solo in Cabilia, ma anche nei vasti territori del sud i gruppi armati sono molto attivi. E preoccupa una rinnovata operatività anche nella vicina Tunisia (un terzo degli assalitori di In Amenas erano tunisini). Lo stesso sud della Tunisia è una delle via di transito di un traffico di armi che dalla Libia arriva in Algeria. Secondo fonti di Tunisi, infine, almeno mille giovani pronti per andare a combattere in Siria sarebbero stati recentemente bloccati. Qualcosa di importante sta accadendo in Tunisia. E Algeri se ne è accorta da tempo.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta