Un caffè con meNOBOLLO Moto “Made in Lombardia” conquista territoriale

Trovo molto interessante il Piano Regionale di Sviluppo, alla voce  niente bollo per chi acquista ciclomotori e motoveicoli prodotti prevalentemente in Lombardia. Il testo, che ora andrà al vaglio ...

Trovo molto interessante il Piano Regionale di Sviluppo, alla voce niente bollo per chi acquista ciclomotori e motoveicoli prodotti prevalentemente in Lombardia.
Il testo, che ora andrà al vaglio della Commissione Bilancio, e successivamente al voto in Consiglio. Propone il “no bollo” per le moto “Made in Lombardia” con l’obiettivo di “sostenere le imprese lombarde, favorire gli investimenti sul nostro territorio, alleviare la pressione fiscale sui cittadini, promuovere la mobilità su due ruote e quindi migliorare la qualità dell’aria.
Le aziende che producono in Lombardia sono la Cagiva, la MV Augusta e la Magni di Varese, la CR&S di Milano, la Fantic Motor di Barzago, la Ghezzi & Brian di Missaglia, la Moto Guzzi di Mandello al Lario, la Polini di Alzano Lombardo e la Vertemati di Triuggio.

Un vero e proprio sostegno all’economia regionale valorizzando la sostenibilità ambientale del territorio e il suo tessuto produttivo.

Una conquista territoriale e regionale che approvo, un piccolo incentivo all’acquisto di mezzi di aziende che sono fiore all’occhiello della Lombardia e che sono apprezzate nel mondo intero.