Rotta verso il mercatoAir France prende tempo sull’ acquisizione di Alitalia

Il Direttore Finanziario di Air France Calavia, intervistato da Bloomberg in occasione della presentazione dei risultatli del primo semestre 2013, ha dichiarato che è troppo presto per sapere se il...

Il Direttore Finanziario di Air France Calavia, intervistato da Bloomberg in occasione della presentazione dei risultatli del primo semestre 2013, ha dichiarato che è troppo presto per sapere se il vettore francese prenderà il controllo di Alitalia e ha fatto intendere che tutto è rimandato a fine anno, quando, secondo precedenti dichiarazioni dello stesso Calavia, che conosce bene i conti italiani, perché membro del consiglio di amministrazione di Alitalia, la cassa dovrebbe essere vicina all’ esaurirsi.

Pare dunque che Air France vorrà trattare con un’ Alitalia con le spalle al muro.

Il piano presentato dalla nostra linea aerea all’ inizio del mese di luglio evidenzia il bisogno di ulteriori 300 milioni di euro, oltre ai 55 che i soci più riottosi hanno promesso. Air France non ha alcuna fretta di aprire il portafogli e probabilmente attende che qualcuno intervenga al suo posto per costituire una dote. Quel qualcuno probabilmente saremo noi contribuenti italiani.

Nel vecchio schema di privatizzazione dei profitti e socializzazione delle perdite, ecco la novità dei profitti che vanno all’ estero, insieme ai preziosi passeggeri intercontinentali italiani.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta