Scrivi con me un libro al giornoPerdere un pranzo nella locanda veneziana?Tommy Winkley

... ho pensato ieri sera quando Paul, con quella sua aria di distacco e quel suo sigaro spento tra i labbroni da nigger, è entrato in camera mia, al seguito della solita cameriera dall'aria molto m...

… ho pensato ieri sera quando Paul, con quella sua aria di distacco e quel suo sigaro spento tra i labbroni da nigger, è entrato in camera mia, al seguito della solita cameriera dall’aria molto molto allegra (chissà che mancia le aveva passato per avere accesso alla mia tana) e: “Se non ci vedi tutto il giorno domani (ma chi li ha mai visti in questi dannati giorni veneziani?) è perché andiamo a fare il giro delle isole, con gran pranzo alla locanda …(la tappa più gradita e attesa di tutto il viaggio, e paga tutto Frank eh!? ehm ehm…). Ciao” mi dice, strascicando tutte le parole, mentre usciva stanco e ingobbito, come sempre, dalla stanza. “A che ora si parte?” Ho sussurrato con distacco… Fuck you Tommaso, tu e le tue ripicche, mica posso perdermi una tale occasione, mi son detto!

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta