Pizza ConnectionIl Senatore Mantovani vivrebbe con 300 euro al mese?

L'addetto stampa del comune da lui amministrato dovrebbe farlo. Il signor Mario Mantovani, sindaco di Arconate, vice-presidente di Regione Lombardia nonché senatore del Popolo della Libertà (alla f...

L’addetto stampa del comune da lui amministrato dovrebbe farlo.

Il signor Mario Mantovani, sindaco di Arconate, vice-presidente di Regione Lombardia nonché senatore del Popolo della Libertà (alla faccia dei doppi e tripli incarichi) e fulgida raffigurazione del conflitto d’interessi in salsa lombarda tra case di cura e di riposo per anziani accreditate presso la stessa regione, cerca un addetto stampa per il suo comune.

Il bando è sul sito del Comune, e se per qualsiasi ragione verrà rimosso o modificato ve lo facciamo leggere qui. La risorsa dovrà occuparsi di vari aspetti della comunicazione istituzionale: dalla redazione dei comunicati stampa sulle attività dell’amministrazione alla collaborazione per la promozione in materia culturale, ricreativa e turistica, dall’ideazione e realizzazione di depliant e locandine all’individuazione di “forme innovative della comunicazione”.


Estratto del bando per addetto stampa del Comune di Arconate

Tutto legittimo, per carità, come i requisiti di studio o di esperienza (laurea o a due anni di esperienza nel settore), al godimento dei diritti politici e all’assenza di sentenze di condanna passate in giudicato (regola che vale purtroppo per alcuni e non per tutti). E anche fin qui nulla di strano.

E quanto ti pagano? “Il corrispettivo onnicomprensivo per l’esecuzione di tutte le prestazioni oggetto del presente incarico è in via sperimentale stabilito in Euro 300,00 lorde mensili”. Si, avete capito bene, 300 euro mensili con l’obbligo di “non avere rapporti di collaborazione continuativa o incarichi continuativi con testate giornalistiche”, oltre a “garantire la propria disponibilità a partecipare a iniziative ed eventi anche in orario serale e in giorni festivi”. “Sperimentale” non individua comunque una formula che sia preludio a un aumento di corrispettivo tale da garantire una vita almeno dignitosa di colui che vincerà il bando. Insomma, vivete con 300 euro lordi al mese. Sembra l’ultimo ritrovato di un reality show ma è quello che vi sta chiedendo un signore, o chi per lui, che è sindaco, vice-presidente della Regione e senatore, e quello che a tanti e troppi lavoratori viene chiesto tutti i mesi, e da tanti, troppi, purtroppo accettato. Vediamo se qualcuno dal sindacato avrà qualcosa da dire…

Twitter: @lucarinaldi

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta