Scrivi con me un libro al giorno“paul, sei un grande” Tommy Winkley

Ieri avevo iniziato la giornata con una strana sensazione: “La vita è bella” mi ero detto, forse per la prima volta da quando connetto. Poi però Paul mi ha fatto rapidamente cambiare idea. E gli do...

Ieri avevo iniziato la giornata con una strana sensazione: “La vita è bella” mi ero detto, forse per la prima volta da quando connetto. Poi però Paul mi ha fatto rapidamente cambiare idea. E gli do ragione. L’ho trovato seduto sulla poltrona del mio ufficio, con la testa reclinata all’indietro, gli occhi chiusi e il sigaro tra le labbra. “E’ uno schifo”, ha borbottato quando mi ha sentito entrare. “La situazione è uno schifo”. Tutto immerso, per la prima volta da quando mi ricordo, nella mia sensazione di quanto fosse bella la vita, mi son sentito gelare: “I coreani si sono tirati indietro? Le trattative sono andate a farsi fottere?” , ho sussurrato con la gola secca. “Fuck you fuck you Tommy, sei un cane figlio di cane, ma non vedi che sta succedendo nel mondo?” “Sei un grande, Paul”, volevo dirgli, ma sono stato zitto, appoggiando appena appena la mia mano sulla sua spallona. Tommy Winkley

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta