Faust e il Governatore“Democracy dies in darkness”, la democrazia muore nelle tenebre, il bellissimo payoff del Washington Post

Se andate sul sito del Washington Post, vedete che sotto la testata vi è un payoff, un motto di colore bianco su fondo nero: "democracy dies in darkness", la democrazia muore nelle tenebre.Lo ha ...

Se andate sul sito del Washington Post, vedete che sotto la testata vi è un payoff, un motto di colore bianco su fondo nero: “democracy dies in darkness“, la democrazia muore nelle tenebre.

Lo ha voluto Jeff Bezos, fondatore di Amazon, l’uomo più ricco del mondo (ha superato con 105 miliardi di dollari Bill Gates, “fermo” a quota 93, oltre ai 65 miliardi donate alla Fondazione Bill e Melinda Gates) dopo aver acquistato nell’agosto 2013 il più grande quotidiano americano (dopo il New York Times), e dopo averne parlato con la direzione.

Secondo Joby Warrick, cronista del Washington Post e vincitore di 2 premi Pulitzer, “è il giornalismo che fa luce nelle tenebre, anche se c’è chi fa di tutto per denigrarlo”.

A me è tornato in mente Louis Brandeis, membro della Corte Suprema americana per molti anni (nominato nel 1916) che sosteneva come “la luce del sole e’ il miglior disinfettante, la luce elettrica il miglior poliziotto“.

P.S.: di Brandeis vi consiglio Other people’s money“, attualissimo.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta