Radical CafeLa Blockchain del cibo

Con la bolla dei BitCoin si sente sempre più parlare della tecnologia della Blockchain: questa tecnologia che promette di rivoluzionare il mondo delle transazioni economiche può, in realtà, essere ...

Con la bolla dei BitCoin si sente sempre più parlare della tecnologia della Blockchain: questa tecnologia che promette di rivoluzionare il mondo delle transazioni economiche può, in realtà, essere applicata in tantissimi ambiti dove ha la potenzialità di essere altrettanto rivoluzionate. Uno di questi è sicuramente l’ambito logistico alimentare: ripe.io è la startup di riferimento, da San Francisco (e dove sennò) è stata riconosciuta tre le 25 startup più innovative del 2017 da Forbes.

Chi può essere interessato alla Blockchain del Cibo? Tutti quei protagonisti della filiera alimentare, dalla fattoria al supermercato, dall’allevamento al ristorante, dall’operatore logistico al grossista, che vogliono garantire un livello superiore delle loro procedure e dei loro prodotti.

In particolare analiziamo il mondo della ristorazione, che ha una relazione diretta con il consumatore finale e che ha come trend quello di fornirgli sempre più informazioni su ciò che viene fornito (bio, km0, equo-solidale, senza glutine, etc.): le applicazioni per ordinare pasti da casa ci forniscono dei dati sensazionali, i clienti sono disposti a pagare sempre di più per prodotti di cui è certificata la provenzienza. Smart Menu potranno essere collegati in tempo reale con la Blockchain del prodotto che si vuole consumare in quel giorno specifico sul ristorante per verificarne la sua storia e provenzienza o addirittura per scegliere di quale fattoria voler mangiare la patata al forno: il non plus utra della personalizzazione del prodotto.

Una vera e propria sfida da cogliere per tutta la filiera ma anche per le autorità di controllo comprese le ASL che dovranno accettare modalità diverse da moduli cartacei compilati svogliatamente dagli operatori per verificare le tracciabilità.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta
Paper

Linkiesta Paper Estate 2020