BabeleGli Italiani rincorrono la fortuna senza voler rischiare

A dirla così sembrerebbe un controsenso e invece non lo è. Si punta alla fortuna, si gioca e si scommette ma si prova a farlo senza “investire i propri risparmi”. Naturalmente, a questa necessità, ...

A dirla così sembrerebbe un controsenso e invece non lo è. Si punta alla fortuna, si gioca e si scommette ma si prova a farlo senza “investire i propri risparmi”. Naturalmente, a questa necessità, risponde il betting online e il mondo delle scommesse digitali. I casinò online fanno letteralmente a gara per accaparrarsi gli avventurieri del low-budget, magari speranzosi che si trasformino in accaniti giocatori: questo non ci è dato saperlo ma nessuno ci vieta di sospettarlo.

Approfondiamo il discorso, prendiamo ad esempio questa pagina in cui sono raccolti dei bonus gratuiti: https://wisecasino.net/bonus/elenco-bonus-senza-deposito, il sito web wisecasino.net fornisce una lista di suite di gioco a cui potersi registrare e ricevere un bonus di benvenuto (non successivo ad un deposito) tale da poter iniziare subito a scommettere senza dover versare un solo centesimo. In pratica, qualora non si rientrasse nella categoria dei ludopatici, una manciata di casinò permetterà ad un avventore di passare al gioco online senza doversi “mettere in gioco”… almeno sotto il profilo economico.

La tendenza pare andare a favore (ne siamo sicuri) dei giocatori compulsivi, anche se precedentemente ho analizzato come il betting online clandestino sia fortemente in decrescita. Sembrerebbe che l’abitudine al gioco rimanga intatta per gli Italiani: cambiano le piattaforme e le preferenze – diminuisce il poker- ma non si smette mai di tirare la levetta della slot machine.

Il CNR parla chiaro, sulla base di un’indagine statistica pubblicata su Research Gate, i giocatori online sarebbero passati da 100.000 a 400.000 in appena dieci anni, dal 2007 al 2017.

L’esigenza delle Suite di trovare alternative

I giocatori più fedeli sarebbero ragazzi di età compresa tra i 25 e i 30 anni con in aggiunta un’altra fascia di età comprendente sempre gli uomini, questa volta, tra i 45 e i 55 anni. Vista l’incredibile prevalenza dei primi, che come è facile intuire sarebbero meno propensi ad una prima spesa importante, pare necessario e scontato che le lobby del gioco online si concentrino sul trovare valide alternative per intercettare il proprio pubblico. I casinò online concentrano questi sforzi sul free spin, ossia la possibilità di aderire a una giocata senza versare alcuna somma di denaro, nella pratica: un giro gratis.

L’idea non è male, non soltanto per i titolari di licenza di gioco che così facendo incrementano i propri utenti, ma per i giocatori stessi che, a patto di tenere a freno degli i propri istinti autosabotanti, possono giocare con la speranza concreta di vincere senza perdere un occhio della testa.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta