10 Agosto Ago 2019 0600 10 agosto 2019

Un brindisi sotto le stelle: cinque eventi sul vino da non perdere, nella notte di San Lorenzo

La notte del 10 agosto è un momento speciale non solo per vedere le stelle, ma anche per gli appassionati di enologia: con la rassegna “Calici di stelle” cantine e città del vino aprono le proprie porte a tutti gli appassionati. Ecco cinque appuntamenti da non perdere

Calicidistelle_Linkiesta

Nulla di meglio, d’estate, che unire il gusto del vino e del cibo alle bellezze paesaggistiche, artistiche e culturali del nostro paese. D’altra parte, l’enogastronomia è uno dei motivi principali – insieme all’arte - per cui si sceglie di visitare le città, i borghi e le regioni italiane. E così, anche per il 10 agosto 2019, notte di San Lorenzo, notte di stelle cadenti, l’Associazione Nazionale Città del Vino e il Movimento del Turismo del Vino promuovono “Calici di Stelle”, l’evento estivo più atteso dagli enoturisti. Un programma ricchissimo che si sta svolgendo in tutta Italia per concludersi domenica 11 agosto: soprattutto, nelle piazze e nei luoghi più belli di oltre duecento Città del Vino e in centinaia di Cantine aderenti al Movimento.

Quest’anno c’è un motivo di più per partecipare ed esaltare il legame tra il vino e le stelle: l’evento, infatti, è dedicato al cinquantesimo anniversario del primo sbarco dell’uomo sulla Luna avvenuto il 20 luglio 1969 ad opera degli astronauti americani della navicella spaziale Apollo 11. La luna e le stelle cadenti, cielo sereno permettendo, potranno essere ammirate non solo volgendo lo sguardo verso il cielo, ma anche approfittando della collaborazione con l’UAI, l’Unione Astrofili Italiani che anche per questa edizione sarà in prima linea per garantire la riuscita dell’evento.

«Il messaggio che vogliamo rinnovare con Calici di Stelle - afferma il presidente di Città del Vino, Floriano Zambon - è che il vino è sopratutto cultura e piacere. Quindi bere bene, in modo consapevole e sempre con moderazione. Le piazze e le strade delle nostre Città del Vino accoglieranno turisti e appassionati per una grande festa che si rinnova ogni anno». «Il vino, le stelle, i viaggi hanno in comune la capacità di far sognare le persone – aggiunge Nicola D'Auria, presidente di Movimento Turismo del Vino Italia – e la nostra associazione ha l'obiettivo di far vivere agli enoturisti momenti che vadano oltre la semplice degustazione. Con Calici di Stelle portiamo in piazza la nostra voglia di raccontare l'esperienza di visita in cantina, per coinvolgere tutti i partecipanti in una serie di serate magiche, alla scoperta di questa magnifica bevanda che è il vino». Ecco, dunque, cinque appuntamenti imperdibili per gustare il vino sotto le stelle cadenti della notte di San Lorenzo.

Degustare i vini friulani in Laguna

Sabato 10 a Grado (FVG) dalle 20.00 alle 24.00, un’occasione unica per assaporare prelibati vini autoctoni e internazionali accompagnati da gustosi abbinamenti gastronomici e prodotti tipici della laguna. Appuntamento in diga Nazario Sauro e Giardini Palatucci per conoscere la selezione di vini proposti da ben 25 aziende: Azienda del Poggio, Battista II, Borgo Conventi, Bulfon, Ca' Ronesca, Conte d'Attimis-Maniago, Elio Vini, Grillo Iole, I Magredi, La Magnolia, Le Due Torri, Marinig, Pascolo Alessandro, Pizzulin Denis, Pontoni Flavio, Ritter de Zàhony, Ronc dai Luchis, Ronco dei Pini, Segreta, Stanig, Tonutti Vini e Vigneti, Valpanera, Villa De Puppi, Vini Ballaminut e Vini Brojli. Le prelibatezze gastronomiche, preparate espressamente per l’evento da Pro Loco Grado, delizieranno i presenti con piatti locali della tradizione culinaria della laguna e del territorio.

L’11 e 12 agosto ci si sposta poi ad Aquileia, città patrimonio dell’Unesco, nella splendida cornice di Piazza Capitolo e della Basilica Patriarcale: qui il vino del territorio vivrà due giorni da protagonista accompagnato da degustazioni dei sapori dell’Agro Aquileiese. Dalle 19.30 alle 24.00 circa saranno allestiti i banchi dedicati a 17 aziende del territorio della campagna di Aquileia (e non solo): Borgo Claudius, Ca’ Bolani, Ca’ di Volpe, Cantina Puntin, Castello di Rubbia, Donda, Elio Vini, La Corta di Calligaris Denis, Mulino delle Tolle, Obiz, Ritter de Zàhony, Segreta, Tarlao, Terre di Palazzatto, Valpanera, Vini Ballaminut e Vini Brojli. Durante la notte spettacoli e percorsi esperienziali alla scoperta delle eredità culturale di Aquileia: saranno aperti in via eccezionale il Museo Archeologico Nazionale, il Sepolcreto Romano, la Domus e il Palazzo Episcopale, grazie alla collaborazione con la Fondazione Aquileia e il Polo Museale del Friuli Venezia Giulia.

Bere un calice in alta montagna a contatto con le stelle

Due grandi appuntamenti per gli appassionati del vino e della montagna.

Il primo è a Madonna di Campiglio, sabato 10 agosto 2019, ore 18.00-19.30, una degustazione di vini e grappe sulla terrazza del Rifugio Patascoss. Prevista anche una cena al rifugio con piatti tipici della tradizione trentina in abbinamento ai vini delle cantine presenti. La sera, infine, l’osservazione delle stelle in compagnia degli astrofili di Astronomitaly che attraverso l’uso di telescopi illustreranno costellazioni, pianeti e spazio profondo del cielo di Campiglio. Di seguito l’elenco dei produttori presenti: Bellaveder, Mezzocorona, Cantina Roverè della Luna Aichholz, Cantina Sociale di Trento, Distilleria, Bertagnolli, Endrizzi, Cantine Ferrari, Gaierhof, Cantina La Vis, Maso Poli, Distilleria Marzadro, Borgo dei Posseri, Mas dei Chini, Maso Grener, Madonna delle Vittorie, Corveè.

Il secondo appuntamento, sempre sabato 10 agosto, è a Cortina d’Ampezzo. L’appuntamento fra i più attesi della stagione estiva nella città simbolo delle Dolomiti che ospiterà le Olimpiadi del 2026 con Milano. Una grande vittoria da festeggiate con un calice di ottimo vino, abbinato al gusto di un tipico piatto ampezzano. La degustazione di più di cento etichette di vino provenienti da tutta Italia si svolgerà dalle ore 17.00 alle 21.00 nella terrazza dell' Hôtel de la Poste in Corso Italia. A seguire la cena di “ Calici di Stelle” con i produttori, aperta al pubblico su prenotazione.

Apprezzare vini di carattere sulle dolci colline dell’Umbria

Per la notte di San Lorenzo il Consorzio Tutela Vini Montefalco e il Comune di Montefalco presentano “Sagrantino sotto le stelle”. Nel centro storico di Montefalco, uno dei borghi più belli d’Italia, turisti e wine lovers avranno a disposizione un banco di degustazione, aperto dalle 19.30 alle 23.30, dove saranno guidati da esperti sommelier alla scoperta delle denominazioni Montefalco Doc e Montefalco Sagrantino Docg, dal bianco al rosso fino al Montefalco Sagrantino Passito Docg, di tutte le aziende aderenti all’iniziativa. Dalle 21.30 comincia l’osservazione delle stelle in collaborazione con il Gruppo Astrofili Monte Subasio, alla ricerca delle stelle cadenti che da sempre rendono magica la notte di San Lorenzo.

Sempre sabato 10 agosto nel centro storico di Torgiano, dove dalle 20.30 alle 24.00, si brinderà con i migliori vini delle cantine della Strada dei Vini del Cantico degustando i piatti tipici del territorio proposti dai Ristoranti e dalle Proloco presenti lungo l'itinerario.

Assaggiare il Nero Buono, l’antico vino di Roma

Sabato 10 agosto evento dalle 20.00 alle 24.00 presso la tenuta San Pietro dell’azienda vitivinicola di Marco Carpineti, uno dei viticultori più rappresentativi del Lazio. La tenuta si trova in zona Colle Pantaleo nelle campagne di Cori, un paese in provincia di Latina ma a pochissimi chilometri da Roma. Un luogo magico e segreto, posizionato a est dove il sole sorge tra due monti. Quest’anno l’evento è dedicato alla conquista della luna, nel cinquantesimo anniversario dello sbarco degli astronauti americani dell’Apollo 11 sul satellite terrestre avvenuto il 21 luglio 1969.

Marco Carpineti condurrà i propri ospiti verso un’esperienza originale, accompagnati dal sapore deciso e inconfondibile dei vini biologici della cantina abbinati a pietanze dello street food romano, per rivivere insieme la storia millenaria di queste antiche terre. Proprio su queste colline prosperano i vigneti di Nero Buono di Cori, un antico vitigno, più unico che raro, capace di esprimere vini di indiscutibile carattere. La notte di San Lorenzo sarà arricchita, infine, dalla performance del pianista e compositore di fama internazionale Francesco Taskayali.

Degustare i vini siciliani a Noto, la capitale del Barocco

Anche Noto, la capitale del Barocco siciliano, sarà tra le protagoniste della notte di San Lorenzo. Risorta dal terremoto che nel 1693 la demolì del tutto, ricostruita poco più a sud, un po’ più vicina al mare (è a soli 7 chilometri), Noto, al centro la sua Cattedrale, di recente crollata e poi ricostruita, sembra splendere d’oro. Anche per questi motivi è tra i patrimoni dell’umanità dell’Unesco dal 2002. Una scenografia architettonica senza pari nella quale, non a caso, Chiara Ferragni e Fedez hanno scelto di celebrare il loro matrimonio. L’evento dedicato al vino si svolgerà nell’enoteca della Strada del vino e dei sapori del Val di Noto, associazione di aziende diretta da Teresa Gasbarro. L’enoteca si trova, tanto per cambiare, nella suggestiva sede della Loggia del Mercato di Palazzo Nicolaci. Qui, la sera del 10 agosto, si potranno degustare i prodotti di diverse cantine: Baglio di Pianetto, Valle dell’Acate, Tenute Orestiadi, Mandrarossa, Barone Sergio, Cantine Gulino, Cantine Marilina, Curto, Feudo Maccari, Feudo Rudinì, Giasira, Planeta, Riofavara, Terre di Noto, Nicosia e Tenuta San Giame. Per gli amanti del Cerasuolo di Vittoria, l’unica e gloriosa docg siciliana, segnaliamo invece l’evento che si svolge sempre il 10 agosto sulla terrazza del porto turistico di Marina di Ragusa.

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook